Gruppo Partito Democratico

file .pdf Scarica l'intervento in formato .pdf

Ha destato la mia attenzione ed è importante a mio parere parlare di un tipo di investimento che rende orgogliosi di poter dire che bastano creatività, idee e ideologie e non sempre e solo risorse comunali di bilancio, ma che in realtà viene sottovalutato: quello che riguarda LE POLITICHE GIOVANILI.
In questo frangente si ricordi gli aiuti di Regioni e Associazione nazionale dei Comuni, nonchè la Fondazione CrC senza i quali tante possibilità, oltre alle altre, ci verrebbero tolte.
Tante sono le cose da non sottovalutare:

  • Non sono da sottovalutare o svalutare la "promozione dell'agio ed la prevenzione del disagio, in una logica di continuità che ci vede orientati a creare percorsi di costruzione di identità ed inserimento sociale dei giovani", dice la relazione programmatica. Fondamentali per la creazione di queste piccole ma significanti particolarità sono Piani sociali di Zona, attuati in collaborazione con gli assessorati alle Politiche giovanili dei Comuni dell'Unione delle Terre d'Argine e con l'Azienda Sanitaria Locale, che molto fanno parlare le opposizioni ma che rendono possibile una conoscenza radicale e radicata delle situazioni giovanili del territorio e il confronto e il continuo apporto di idee e di risorse, fondamentali per poter parlare di un bilancio su misura per la situazione attuale.
  • Non è da sottovalutare la presenza e continuo apporto di altri progetti in found raising , come il progetto Giovani Creativi, nell'ambito di un bando emanato da ANCI Giovani e Presidenza del Consiglio dei Ministri a sostegno di interventi a favore della creatività giovanile, componente essenziale, fondamentale per dare alla nostra situazione generale la svolta etica e civile di cui la politica ha più di tutti bisogno: IDEE E CREATIVITA', ma più che altro voglia di mettersi in gioco, che molto spesso manca anche e soprattutto in presenza delle più lampanti occasioni date.
  • L'importanza dell'esistenza delle associazioni, che tanto fanno per i giovani e con i giovani, per la musica e gli artisti emergenti, questo mondo che nonostante le peculiarità positive trova di chè rinnovarsi in questo periodo, critico per chiunque!
  • E' di questi giorni la predisposizione alla quinta edizione della CartaGiovani, spesa a volte criticata, che però in pochi effettivamente conoscono e che si potrebbe definire esigua per un bilancio che è teso a non sfittire la coperta che vuole tenere protette tutte le fasce dei servizi dal primo all'ultimo, se pur razionalizzando (parola che a qualcuno piace tanto far pronunciare agli altri), seppur non sconvolgendo i conti fatti, in concomitanza a "sviluppo VolontarIO", progetto volto appunto a stimolare una accresciuta sinergia tra giovani e mondo dell'associazionismo e del volontariato, mi ripeto, FONDAMENTALE PER LA SUSSIDIARIETA', per offrire l'occasione di far valere il proprio senso civico e cittadinanza attiva, la capacità di comprendere che anche le nuove istituzioni, e le comprendo tutte tra cui la famiglia, non hanno futuro se chiuse in un guscio e guardano solo alle propie pareti anzichè lontano, aiutando a intessere la coperta che avvolge tutti e non solo pochi.
  • Poche sono anche le situazioni in cui si tende la mano verso la formazione e l'accesso al mondo del lavoro, tema caro anche a noi e al progetto Giovani in Europa e all'aiuto prezioso sul tema lavoro di Carpi formazione e tante realtà comunali che offrono opportunità che sono soltanto da cogliere senza per forza lamentarsi e non agire. (Si sente sempre dire, sull'onda del qualunquismo, che la nostra bellissima piazza è sempre vuota: proposte? Idee? Sapendo qual è la situazione economica attuale? Avanti, è il momento giusto e mi offro per prima disponibile ad ascoltare. :)
    Odio ripetermi ma è sempre fondamentale ricordare le parole di Einstein: "Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, (…). E' nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie" e tutti dovremmo sforzarci di capirle insieme.

 

Visite: 3632

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto