ATTI DEL SETTORE D1 - 1998
PROGRAMMAZ. GENERALE-INFORMAZ.,CULTURA,SPORT
UFFICIO
Museo civico
Allegati N. 3

Disposizione di Decisione
OGGETTO : Norme, condizioni ed adempimenti per l'utilizzo della Sala dei Mori.
N.80 DEL 13/02/1998

RESPONSABILE SETTORE D1
Premesso che e' necessario stabilire una serie di norme per l'accesso e l' utilizzo alla Sala dei Mori per salvaguardare e preservare il patrimonio da eventuali danni o consunzioni;
Ritenuto inoltre di dover dare prestigio e dignita' alla suddetta Sala, valutando quali attivita', anche in base alla dotazione tecnica, possano svolgersi nella Sala dei Mori;
Premesso infine che per la celebrazione dei matrimoni, come da disposizioni dell'Amministrazione comunale, e' opportuno che
la Sala sia mantenuta in ottime condizioni e che ne sia regolato l'utilizzo, in particolare nei giorni in cui sono piu' frequenti
i matrimoni;

DISPONE
di fissare per l'utilizzo della Sala dei Mori le seguenti norme:

Destinazione d'uso

La Sala dei Mori e' sala di rappresentanza di prestigio del Palazzo dei Pio e ambiente cinquecentesco all'interno del percorso
museale. E' destinata ad accogliere tutte le attivita' che, in base alla dotazione presente nella stessa (si veda allegato 1), l'Amministrazione intenda promuovere e in particolare:
- accesso e libera fruizione del pubblico durante gli orari di apertura del Museo civico;
- matrimoni civili, come stabilito dall'Amministrazione;
- attivita' culturali e divulgative, organizzate principalmente all'interno del Comune di Carpi, senza esclusione di altre organizzate da privati, enti e/o associazioni esterne che non danneggino la Sala. Sono esclusi dall'attivita' spettacoli teatrali che richiedono allestimenti complessi e scenografie di ogni tipo.

Modalita' di accesso

La Sala dei Mori viene messa a disposizione per eventuali allestimenti a partire da un massimo di dieci ore prima l'orario fissato per l' inizio dell'attivita'. Eventuali deroghe devono essere concordate col Responsabile del Museo civico. L'organiz-
zazione (di cui verra' indicato il referente) dovra' inoltre impegnarsi a sgomberare con propri mezzi e personale lo spazio
entro le sei ore successive o, nel caso di attivita' serale, entro la mattina successiva, consegnando l'ambiente nelle medesime
condizioni in cui l'ha ricevuto. La concessione della Sala ha durata di quattro ore per ogni tipo di attivita'; eventuali
deroghe per l'organizzazione di attivita' piu' lunghe devono essere concordate con il Responsabile del Museo civico.

Custodia

Durante tutta l'attivita' sara' presente un addetto comunale con funzione di apertura del Museo e della Sala e a cui si dovra'
fare riferimento per l'utilizzo dei locali e delle attrezzature.
Tale addetto e' disponibile a partire da un'ora prima l'orario fissato per l'inizio dell'attivita' fino al completo deflusso
del pubblico. Per altre esigenze di allestimento e di prove referente e' il Responsabile del Museo civico, che prevede
l'apertura della Sala secondo le modalita' sopra definite.Qualora si verificassero danni o incidenti durante
l'attivita' in programma, il referente dell'organizzazione e' tenuto a informarne tempestivamente l'addetto comunale presente.
Il referente unitamente al personale di custodia ha inoltre il dovere di controllare che durante l'attivita' il pubblico presente in Sala non danneggi il patrimonio (in particolare gli affreschi alle pareti) e non acceda alle zone vietate al pubblico;
sara' compito della Direzione dei Musei disporre barriere e cartelli appositi per dare corretta informazione di tali divieti.

Modalita' di presentazione delle domande di utilizzo della Sala dei Mori

La domanda di utilizzo della Sala dei Mori deve essere presentata in forma scritta al Responsabile del Museo civico almeno
quindici giorni prima della data fissata per l'attivita'. Sarà cura dello stesso Responsabile fare i necessari passaggi per la
concessione della Sala presso l'Assessorato alla Cultura, che collabora alla gestione della sala in questione. Nel modulo di
domanda, oltre alle generalita'complete del richiedente, si dovra' indicare per conto di quale organizzazione o associazione
viene effettuata l'iniziativa, nonche' il periodo e l'orario nel quale si svolgera'. Nel contempo devono essere comunicate al
suddetto Responsabile del museo le precise esigenze tecniche che l'attivita' comporta (si veda allegato 2). Qualora tali esi-
genze siano incompatibili con la situazione e la dotazione della sala, e' facolta' del Responsabile di Museo, previa comuni-
cazione agli interessati, negare l'utilizzo della Sala dei Mori.
Per dare, comunque, l'opportunita' ai visitatori del Museo di godere della Sala e per motivi di organizzazione interna, di ge-
stione e di manutenzione del patrimonio, il calendario di utilizzo deve prevedere non piu' di tre incontri settimanali. Le celebrazioni dei matrimoni civili deroga da queste norme e viene gestita direttamente in collaborazione con l'Ufficio di Stato
civile e con la Segreteria del Sindaco, secondo le disposizioni del Dirigente come da prot. gen. n. 3013 in data 27/01/98 (si
veda allegato 3).

Divieti

E' assolutamente vietato:
- utilizzare il loggiato d'ingresso e gli ambienti attigui alla Sala dei Mori o altre stanze del Museo come camerini o per appoggiare attrezzature tecniche di vario genere;
- utilizzare il telefono di servizio del Museo;
- appoggiare o fissare attrezzature o materiali vari, anche di allestimento, alle pareti della Sala; vista inoltre la delicatezza del pavimento, e' da evitare il trascinamento di oggetti o materiale di qualsiasi tipo per la Sala;
- modificare la dotazione di arredi (sedie, tavoli, impianto di amplificazione, paletti e corde, ecc.): non puo' assolutamente essere spostata o variata da chi utilizza la sala ne' possono essere aggiunte scenografie o praticabili al palco. Ogni richiesta in tal senso deve essere sottoposta al Responsabile del Museo civico che ha facolta' di negare il permesso;
- utilizzare nel corso di allestimenti e durante l'attivita' bombole contenenti gas infiammabili, contenitori di libere fiamme e simili;
- usare bombolette coloranti spray o simili;
- fumare durante l'allestimento e durante l'attivita'(l'eventuale uso di sigarette per motivi di spet-
tacolo va comunicata);
- mangiare e/o bere in sala e negli ambienti attigui durante l'allestimento e durante l'attivita';
- le attivita' svolte in sala non dovranno generare condizioni di pericolo per cose e persone e dovranno essere realizzate in osservanza delle norme di prevenzione incendi e infortuni;
- amplificare il suono oltre il limite consentito dalla legge per codeste sale e comunque non causare disturbo, viste le caratteristiche acustiche della sala.
Ogni responsabilita' diretta ed indiretta, sia nei confronti di terzi che dello stesso Comune concedente, comunque inerente
all'attivita' svolta nella Sala, viene assunta dagli organizzatori e/o concessionari. Il Comune rimarra' pertanto del tutto
estraneo alle attivita' ed ai rapporti giuridici verso terzi a qualunque titolo, anche di fatto, posti in essere dagli organizzatori e/o concessionari. Ogni danno eventualmente arrecato al patrimonio artistico, agli arredi e alle attrezzature rilevato dagli addetti comunali presenti verra' addebitato agli organizzatori e/o concessionari e comportera' l'esclusione da altre future concessioni.

Tariffa d'uso

Per l'utilizzo della Sala dei Mori, con le modalita' sopra esposte, si applicheranno le tariffe comunali che saranno al riguardo determinate di anno in anno, dalla Giunta Comunale.

Norme finali

Chi domanda l'utilizzo della Sala ricevera' il modulo per la richiesta come da allegato 2 e copia del presente regolamento.

RESPONSABILE SETTORE D1

Dott. Lauro Casarini
Il responsabile del procedimento
 

Visite: 7770

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto