I dati della ricostruzione: 625 richieste MUDE presentate, 126 i nuclei assistiti

In occasione del sesto anniversario del terremoto del 2012 l’amministrazione comunale di Carpi fornisce alcuni dati sulle attività compiute dai suoi uffici per quanto riguarda la ricostruzione di edifici civili e aziende. I dati sono relativi al 15 maggio:
sono state presentate 625 richieste di contributo MUDE
sono state diniegate/rinunciate/decadute 67 richieste di contributo MUDE
sono stati assegnati 382 contributi MUDE per un totale di 100 milioni di euro di cui pagati 72 milioni
gli uffici stanno esaminando 26 richieste di contributo per la ricostruzione di aziende agricole e 78 relative ad edifici civili
restano da istruire 59 richieste di contributo abitative (depositate ma non ancora prese in carico), meno del 10% del totale.

Per quanto di competenza dell'Ufficio Rientro in Abitazione i dati di Carpi (al 30 aprile) sono invece i seguenti:
9 nuclei familiari in assistenza in Moduli Abitativi Rurali
12 nuclei familiari in assistenza con Locazione Temporanea
69 nuclei familiari in assistenza con Contributo Canone Locazione (CCL)
36 nuclei familiari in assistenza con Contributo Disagio Abitativo (CDA)

"La ricostruzione procede – spiegano il Sindaco Alberto Bellelli e l’assessore comunale all’Urbanistica Simone Tosi  - le risorse messe in campo sono state ingenti per ricostruire gli edifici colpiti dal sisma del 29 maggio 2012: in sei anni abbiamo compiuto tutti i passi per dare le migliori risposte possibili alle esigenze del nostro territorio. Il nostro impegno non verrà meno fino a quando l'ultimo edificio colpito sarà ricostruito e fino a quando l'ultima impresa e l'ultima famiglia non rientrerà nella propria azienda ed abitazione".

Visite: 1048

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto