Tags:

Installati impianti sperimentali a luce verticale fortemente innovativi --Comunicato stampa n.68/b del 28/2/2014

La vera novità messa in campo in questa maxi-operazione del Comune di Carpi è la sperimentazione in atto negli attraversamenti di via Marx (fronte civico 374) e di via Pezzana (382 e 386) dove tutti gli accorgimenti per la sicurezza sono stati riuniti allo scopo di dare la massima tutela ai pedoni, garantendo ottima visibilità ai conducenti che in questo modo sono facilitati nello scorgere i movimenti sulle strisce delle persone in procinto di attraversare.
Questi nuovi impianti, per ora come detto sperimentali, si compongono infatti di segnaletica ad alta rifrangenza (luce artificiale verticale) montata con l’ausilio di elementi in calcestruzzo posti a costituzione dell’isola salvapedoni, nonché di illuminazione mirata allo scopo di rendere pienamente visibile il pedone sulle strisce. L’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di proseguire in questo impegno teso alla sicurezza dell’utenza stradale debole cercando in prima battuta di attrezzare tutti i punti di attraversamento problematici e con maggior incidentalità di tutti quegli accorgimenti a favore della maggior visibilità pedonale possibile. Si tratta di un lavoro costante ed articolato per il raggiungimento di un elevato grado di sicurezza stradale come indicato dal P.G.T.U. 2009, che pone tra i suoi obbiettivi la massima attenzione verso l’utenza debole rappresentata da pedoni e ciclisti.
La nuova illuminazione dell'attraversamento pedonale è in aggiunta a quella esistente in questa strada, è di tipo bilaterale quindi su entrambi i lati della carreggiata, e la posizione del palo anticipa di qualche metro le strisce pedonali relativamente allo specifico senso di marcia. L'apparecchio d'illuminazione è dotato di una speciale ottica che aumenta notevolmente l'illuminazione verticale; la lampada agli ioduri metallici di cui è dotato l'apparecchio emette una luce bianca ad alta resa cromatica.
Per questo motivo la persona che attraversa la strada viene illuminata con un ‘contrasto positivo’, l'illuminazione verticale prodotta dall'apparecchio supera notevolmente come intensità quella orizzontale prodotta dall'illuminazione stradale e in questo modo la persona viene identificata dal conducente come una sagoma chiara su fondo scuro, quindi maggiormente visibile rispetto alla condizione opposta che si verifica nel caso della sola illuminazione stradale. Questa infatti viene percepita non più in controluce ma nei suoi colori reali acquistando maggior rilievo nelle ore notturne quando attraversare è senza dubbio più pericoloso.

 

Visite: 2674

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto