Il provvedimento deliberato dalla Giunta a favore dei Consorzi fidi --Comunicato stampa n.16 del 15/1/2014

E’di 60mila euro lordi il contributo straordinario stanziato dalla Giunta comunale di Carpi a favore delle Cooperative e dei Consorzi di garanzia fidi e deliberato nelle scorse settimane, frutto della concertazione emersa in seno al Tavolo dell’economia nel quale sono rappresentate le associazioni di categoria e sindacali cittadine. L’obiettivo del provvedimento, che vale per operazioni realizzate nel 2013, è quello di favorire la concessione del credito a medio e breve termine alle imprese produttive, di servizi, commerciali ed agricole cittadine, con l’abbattimento dei tassi d’interesse non superiore a 3 punti percentuali. L'amministrazione comunale da anni concede questo contributo ai Consorzi fidi, grazie al quale gli operatori economici della nostra città sono in grado di ottenere finanziamenti dalle banche a tassi più contenuti di quelli di mercato. La Giunta, nella delibera riguardante questo contributo, ha anche fissato i criteri in base ai quali il finanziamento deve essere vincolato. I criteri prendono in considerazione investimenti in tecnologia, acquisto di macchinari, impianti ed attrezzature, miglioramento ed innovazione del processo produttivo, del prodotto e del servizio; investimenti imprenditoriali quali ristrutturazione ed ampliamento di esercizi esistenti, o di fabbricati strumentali all’attività; nuove attività imprenditoriali e sviluppo di nuove opportunità produttive, nascita di nuove imprese in particolare con la partecipazione di giovani; adeguamento alle normative nazionali e comunitarie in tema di tutela dell’ambiente, sicurezza sui luoghi di lavoro e standard qualitativi dell’azienda; esigenze finanziarie legate alla gestione della liquidità aziendale e a sostegno delle imprese la cui composizione  è prevalentemente di natura femminile. Saranno ritenuti prioritari gli interventi per iniziative proposte da neoimprese, imprese femminili o con problemi di liquidità.
L’accordo tra Comune e Unifidi Emilia Romagna, Agrofidi, Cofiter e Confidi per le imprese è stato commentato così dall’assessore all’Economia Simone Morelli: “l’ente locale in questo modo intende confermare, rafforzandolo, come è stato per gli anni scorsi, il proprio intervento di supporto al sistema imprenditoriale al fine di sostenere l'economia in questa fase difficile. I Consorzi fidi per snellezza e rapidità si sono dimostrati già in passato strumenti idonei a tale scopo”.