Discussa in Consiglio comunale, presentata da Bagnoli (Pd)

Il consigliere comunale Marco Bagnoli (Pd) ha presentato giovedì 10 marzo, nel corso dell’ultima seduta del civico consesso, una interrogazione sull’incremento di furti e danneggiamenti in città e sulle possibili forme di controllo di vicinato per la prevenzione di questi episodi. Bagnoli ha domandato tra l’altro all’amministrazione comunale le sue valutazioni su possibili azioni di contrasto a questo genere di episodi e in particolare proprio su nuove o riscoperte forme di controllo di vicinato per aumentare il livello di sicurezza.  
L’assessore alla Sicurezza Cesare Galantini ha replicato alle richieste di Bagnoli spiegando che “i numerosi episodi di furti in appartamento che si sono verificati in questo periodo generano una crescente preoccupazione ed insicurezza tra i nostri concittadini. Nonostante il tema della sicurezza non sia appannaggio esclusivo dell'amministrazione comunale, siamo impegnati a fare la nostra parte sia per le competenze dirette in materia (Polizia Municipale, videosorveglianza e politiche per la sicurezza) che per la collaborazione e la sinergia con le forze dell’ordine statali presenti sul territorio. La valutazione dell'amministrazione comunale in merito a questi fenomeni ci fa propendere per tre linee di intervento in termini di repressione e prevenzione: la prima è il sostegno alle forze di polizia con impegno diretto nei confronti del nostro Corpo di Polizia Municipale per garantire dotazione di uomini e mezzi, formazione e impiego. sinergia e collaborazione con le altre forze di polizia per attività interforze; poi l’aumento del sistema di videosorveglianza; infine il sostegno al progetto Controllo del Vicinato, un progetto di sicurezza partecipata utile ad aumentare il livello di sicurezza urbana o delle frazioni attraverso una riscoperta del senso di comunità e di partecipazione. Attivo già nelle frazioni di San Martino Secchia e Santa Croce, numerosi altri gruppi di cittadini (comunità di quartiere e frazioni) stanno aderendo al progetto. Sono in corso in queste settimane le serate di presentazione e formazione del progetto nelle zone interessate. Con questi diversi interventi – ha concluso Galantini - crediamo di poter contribuire ad arginare i fenomeni di criminalità che si stanno manifestando sul nostro territorio”.
L’interrogante si è detto soddisfatto delle parole dell’assessore.