image Al vein al fa boun sanghev.
(Il vino fa buon sangue - Poichè il vino può dar colore ai pallidi cagionevoli di salute e agli anemici era somministrato come medicamento.Attualmente questo rimedio empirico ha trovato conferme scientifiche, ovviamente nel rispetto della misura.)

image Scherpa granda e bicer pin/ e to al mond cum al vin//
/ bisogna torla cuma la vin//
(Scarpa grande, [che non fa male] e bicchiere pieno e prendere le cose del mondo come vengono.)

image Pan e vein e lègna/ e lasa c'la vègna//
(Pane, vino e legna e lascia che venga anche il tempo cattivo.)

image Pan e vein e lett mulsein//
( Pane e vino e letto morbido)

image Pan d'un dè e vein d'un ann//
e ragass ed desdott ann/

(Pane d'un giorno (fresco) e vino di un anno e ragazzi di diciotto anni// (a sottolineare come sia bella la giovinezza)

image Tavola e bicchiere/ tradisce in più maniere//

image Più a lungo si dura bevendo l'acqua pura/
ma il vino ha il segreto del vivere lieto//

image A molti abbrevia i giorni la cucina/
Ad altri il troppo amor per la cantina//


image In aqua salus/ In vino veritas//

image Contra i pinser/ un gran rimedi l'è al bicèr//
(Contro i pensieri/ un gran rimedio è un bicchier di vino.)

image L'è mei l'usteria/che ander in farmacia//

(È meglio l'osteria / che andare in farmacia.)

image L'è méi pusér ed vein che d'òli sant//
(È meglio puzzare di vino/ che di olio santo)

image Chi non beve in compagnia/ o è un ladro o una spia//

image Olio, sale, pane e vino/ e un buon diavolo vicino//


image Bev al vein/ e làsa l'acqua per al mulein//
(Bevi i vino/ e lascia l'acqua al mulino.)

image L'è mei bevren 'na bòta/ che stremneren ' na gôsa//
(E' meglio berne una botte/ che rovesciarne una goccia//)

image Al bev come un lavel.
(bere come un lavandino - significa tracannare senza misura.)

image Al bev come 'na ciavga.
(Bere come una chiavica. significa tracannare senza misura.)

image Bèver come 'na spùgna.
(Bere come una spugna - bere molto)

image Se Pasqua in acqua si scioglie / più grappoli che foglie //

image Le pioggie di San Bernardino ( 20 maggio ) / ruban pane, olio e vino //

image Sa piov per San Barnabà(11 giugno) / l'ua la s'in và/

image E se piove mattina e sera/ se ne va la bianca e la nera//
( Se piove per San Barnaba, l'uva se ne va. E se piove mattina e sera se ne va la bianca e la nera.)

image In dal gioren ed San Barnabà(11 giugno)/ l'ua vin e al fior s'in và//
(Nel giorno di San Barnaba, l'uva sostituisce il fiore)

image Se piove per San Vito (15 giugno)/ ogni mosto va fallito //

image Quando piove per San Vito/ il prodotto dell'uva va fallito//

image Per San Svan (24 giugno)/ a vin al most'in d'l'ua //
(Per San Giovanni il mosto è nell'uva)

image San Svan al mett al most in dl'ua/ ma a n'è colpa sua se t'ciap la pua//
(San Giovanni mette il mosto nell'uva, ma non ' colpa sua se ti ubriachi.)

image Se non ardono luglio e agosto/ nel tino poco mosto//

image Se luglio fa tempesta/ l'uva non empie cesta //

image Uva lugliolina/ non arriva mai in cantina //

image Vino bianco e capponi / a luglio non son buoni //

image Chi vuol nuotar nel mosto / zappi la vite in agosto //

image Il sole in agosto/ prepara un buon mosto //

image In agost/ l'ùva la dveinta most//
(In agosto l'uva diventa mosto.)

image San Lureins l'ùa tins
(San Lorenzo l'uva tinge - prende colore)

image Settembre inclemente/ poco vino o quasi niente //


image Per San Michel (29 settembre) / l'ua la dveinta mel//
(Per San Michele l'uva diventa miele - si fa dolce.)

image Ottobre vino e cantina/ da sera a mattina//

image Imbutiglier mèl al vèin/ l'è 'na roba da asasein
(Imbottigliare male il vino/ è un'azione da assassini//)

image Per San Martein (11 novembre)/ castagni e vein//
(Per San Martino, castagne e vino.)

image Per San Martein a s'tasta tutt i vein//
(Per San Martino si assaggiano tutti i vini.)

image Chi vol fer un boun vein/ al pòda e al sàpa per San Martein//

(Chi vuol fare un buon vino, pota e zappa la vite a San Martino.)

image Per Santa Marinella / metti alla botte la cannella // (12 novembre )

image A la dmenga/
a s'magna la mnestra/
a s'bev al vein boun/
a s'va a lett in gatoun//

(Alla domenica
si mangia la minestra
si beve il vino buono
si va a letto carponi [perché ubriachi].)
image Chi bèin bev/
bèin dorem/
Chi bein dorem/
mel al ne peinsa/
mel an nin fà/
Chi mel a n'fà/
in Paradis l'andrà/
Alora bvi, bvi/
che in paradis andri/

(Chi ben beve
bene dorme
Chi ben dorme
male non pensa
male non ne fa
Chi male non fa
in paradiso andrà.
Allora bevete, bevete
che in paradiso andrete.)
image O cuntadein /
A j'ho sàvu ca ghi dal vein/
Sa n' mi n' de minga 'na fiaschetta/
Che Dio v'manda 'na sajetta//"

(O contadino/
Ho saputo che avete del vino/
Se non me ne date una fiaschetta/
Che Dio vi mandi una saetta.)
image Sant'Antòni dal campanein
an gh'em pan e s'an gh'em vein/
an gh'em lègna da bruser/
Sant'Antòni cum homia da fer!//

(Sant'Antonio del campanello - Abate
non abbiamo pane e non abbiamo vino
non abbiamo legna da bruciare
Sant'Antonio come dobbiamo fare!)