Archivio storico comunale di Carpi

Alternanza Scuola Lavoro


  • Scuole secondarie di secondo grado


Archivio storico comunale di Carpi, piazzale Re Astolfo n. 1


Da concordare con le singole scuole

: 3


Eleonora Zanasi
Tel. 059 649960
E-mail
Sito www.palazzodeipio.it/carpi/
Facebook Archivio Storico Carpi
Twitter @ArchivioCarpi

Presentazione e finalità
Tutti i percorsi formativi, le attività e le finalità didattiche vengono preventivamente concordati con gli Istituti scolastici e i docenti di riferimento, in relazione agli indirizzi di studio, ai prerequisiti degli allievi, alle finalità perseguite nell’ambito dei rispettivi piani di offerta formativa ed alle competenze attese, in coerenza con il PECUP. I progetti sono finalizzati a introdurre gli studenti alla conoscenza delle funzioni dell’Archivio Storico, nell’ambito della conservazione, tutela e valorizzazione delle fonti storiche. 

Tipologia dei percorsi offerti

  1. Percorsi per gruppi-classe
    L’Archivio Storico Comunale propone percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento articolati e di approfondimento per  gruppi-classe, della durata di quattro giorni dalle 9.00 alle 13.00 per un totale di 20 ore, su particolari tematiche: storia locale e generale; storia della scrittura; ricerca e metodologia di studio; approccio e critica delle fonti; etc.  
    Il tema può essere concordato preventivamente con i docenti interessati, partendo dalla disponibilità di fonti d’archivio sull’argomento e prevedere un’ulteriore fase di sviluppo in autonomia, in classe insieme agli insegnanti di riferimento, finalizzato alla creazione di una produzione autonoma (tesina,  presentazione, progetto) da pubblicare nel corso della “Settimana della Didattica in Archivio”, prevista ogni mese di maggio.
    E’ possibile programmare con i docenti interessati anche percorsi per gruppi-classe, con monte ore e periodi definiti insieme all’archivista, su tematiche legate alla programmazione didattica, purché coerenti e ricollegabili alle finalità, documentazione e metodologie proposte dall’Archivio Storico.
  2. Percorsi per gruppi limitati di studenti (da 1 a 5)
    Per progetti con un monte ore compreso tra le 20 e  le 150 ore, l’Archivio Storico propone percorsi di alternanza pre-strutturati, finalizzati alla conoscenza dell’istituto, al riordino/censimento/descrizione delle fonti archivistiche e all’inserimento dei dati, per un progressivo e continuo aumento delle informazioni archivistiche messe a disposizione di studiosi e professionisti. I progetti pre-strutturati sono i seguenti:
  1. Un Palazzo di storia
    Il progetto si pone come finalità quella di far conoscere agli studenti dove nasce la ricerca storica, mediante l’uso di una categoria particolare di “bene culturale” (i documenti) e l’istituzione che  si occupa della loro conservazione e valorizzazione. I ragazzi saranno pertanto guidati in un percorso di analisi generale dei fondi archivistici conservati, degli strumenti di corredo a disposizione, delle buste e  documenti più significativi: in autonomia, dovranno poi effettuare una ricognizione dell’Archivio e della storia dei suoi documenti, concludendo con la redazione di una relazione (anche corredata da immagini) sui fondi conservati in Archivio e la loro storia archivistica, finalizzata alla valorizzazione e promozione durante le visite guidate, sul sito e sui social.
  2. Archivisti per un giorno
    Il progetto prevede di introdurre i ragazzi alle diverse modalità di organizzazione dei documenti in un archivio storico e agli “strumenti” di accesso pubblico alla documentazione: verranno quindi guidati dal tutor nella scelta di uno specifico fondo archivistico da analizzare (anche sulla base della contestuale programmazione didattica), del quale approfondiranno gli strumenti di corredo (elenchi,  inventari, rubriche) a disposizione, valutandoli e integrandoli, approfondendo contestualmente l’analisi di documenti particolarmente significativi contenuti all’interno del fondo.
  3. I censimenti
    Il progetto si propone d’introdurre gli studenti al concetto di “dato” e “informazione” come elemento indispensabile per la ricerca documentaria e l’approccio digitale alla documentazione e alla conservazione. I ragazzi vengono quindi coinvolti nelle diverse operazioni archivistiche che portano alla verifica, certezza e “pubblicazione” del dato/informazione all’utenza: elencazione e censimento analitico dei  fondi, standardizzazione delle diciture e uniformazione delle definizioni, scelta dello strumento di corredo più adatto per la consultazione. I fondi attualmente oggetto di censimento sono: Ruoli militari della Prima e Seconda Guerra Mondiale; Atti e contratti; Delibere di Consiglio Comunale; Carteggio amministrativo. E’ possibile anche selezionare in questi fondi, in accordo con i docenti, determinati periodi storici da censire, per ricollegarsi, attraverso la storia locale, ai contestuali programmi di storia generale.
  4. Gli antenati
    Il progetto si pone la finalità d’introdurre i ragazzi all’immenso patrimonio storico costituito dai dati anagrafici antichi, che raccontano la storia di una popolazione in ogni suo dettaglio (nascite, morti,  epidemie, matrimoni, movimenti migratori, mode dei nomi, influenza delle politiche demografiche, etc.) ma anche quella della propria famiglia (alberi genealogici, ricostruzione degli avi, etc.). Dopo una prima introduzione sul rispetto, in questo ambito, della tutela della “riservatezza” (privacy) e parimenti del diritto alla “ricerca storica”, con riferimenti alle leggi in vigore, si guideranno i ragazzi all’indicizzazione dei registri delle anagrafi antiche e alla loro analisi statistica, anche in funzione della stesura di strumenti e brevi relazioni di ricerca da mettere a disposizione dell’utenza in sala studio.

FILE .PDF Scheda d'iscrizione - Modulo editabile