Archivio storico comunale
In collaborazione con la dott.ssa Martina Tassinari

laboratorio

  • Scuola primaria – 2° ciclo


Archivio storico comunale, Piazzale Re Astolfo 1, 41012 Carpi (MO)


1,5 h


Gratuito

Prenotazioni
Per esigenze legate alla presenza dell’esperta, gli incontri verranno programmati nei mesi di gennaio e febbraio 2020.

Numero massimo di classi (in ordine di prenotazione): 2


Eleonora Zanasi
Tel. 059 649960
E-mail
Sito www.palazzodeipio.it/carpi/
Facebook Archivio Storico Carpi
Twitter @ArchivioCarpi

Finalità
Introdurre i bambini all’approccio con la storia e la fonte in tutte le sue forme, da quelle più tradizionali (come documenti e atti) a tutta la gamma delle  fonti “mute” (iconografiche, cartografiche, monumentali), fino a quelle un più particolari come le fonti orali; avvicinare i bambini alla figura dello storico e al suo lavoro.
 

Breve descrizione
Chi per lavoro ha a che fare con l’archivio ed i suoi documenti, come lo storico, deve sempre fare i conti con le diverse tipologie di fonti: non tutte le informazioni si trovano su carta, non tutte sono sotto forma di documento, ci sono informazioni ben nascoste tra i monumenti, tra i disegni e le fotografie. Lo storico decifra, trascrive, interpreta i dati e i fatti tracciati nelle varie fonti; esclude, incorpora più fonti diverse per poter scrivere la storia che poi troviamo nei libri di scuola. Per introdurre i bambini al lavoro dello storico e dell’archivista ci si avvarrà di un prologo: “A Carpi purtroppo è successa la stessa cosa che capitò all’antichissima biblioteca di Alessandria d’Egitto: tutti i documenti sulla storia di Carpi sono andati tristemente in fumo…”. Questa  premessa permetterà di porre alcune domande sul modo e sul metodo da adottare per ricostruire la storia di Carpi: cosa ci può aiutare a riscrivere la storia nel modo corretto? Si approfondiranno alcune tappe della storia della città attraverso diverse tipologie di fonti disponibili: documentarie, come le cronache, le stampe pubbliche e i carteggi amministrativi; iconografiche, come le mappe, i disegni e le immagini d’epoca; materiali, come gli affreschi e l’edilizia storica; orali, come le interviste e i canti popolari. Si cercherà infine di mettere in sequenza le fonti a disposizione, grazie all’analisi delle informazioni che contengono, per realizzare una Time-line che ricostruisca alcuni eventi significativi della storia di Carpi.

FILE .PDF Scheda d'iscrizione - Modulo editabile