Archivio storico comunale di Carpi
 

laboratorio

  • Scuole secondarie di primo grado
  • Scuole secondarie di secondo grado

Numero massimo di classi (in ordine di prenotazione): 2


Archivio storico comunale di Carpi, piazzale Re Astolfo n. 1


9 h per n. 6 incontri mensili di 1,5 h ciascuno


Gratuito


Eleonora Zanasi
Tel. 059 649960
E-mail
Sito www.palazzodeipio.it/carpi/
Facebook Archivio Storico Carpi
Twitter @ArchivioCarpi

Finalità
Sensibilizzare lo studente alla conoscenza del patrimonio documentario dell’Archivio Storico Comunale; conoscere l’Archivio e l’importanza che esso ricopre quale luogo di memoria; comprendere la funzione dei documenti nella ricostruzione storiografica e nel percorso creativo, sensibilizzando i ragazzi alla conoscenza della storia attraverso la scrittura creativa.

Breve descrizione
Un archivio è per definizione un deposito di documenti, che non sempre rappresentano la fredda e inquadrata logica della burocrazia amministrativa, e possono così talvolta aprire squarci su momenti di vita intima e personale, vissuta all’ombra dei grandi eventi storici che generalmente si affrontano sui manuali.
Il laboratorio si propone di partire dalla lettura e dall’analisi di lettere e cartoline di soldati al fronte nella Prima e Seconda Guerra Mondiale, conservate presso l’Archivio Storico Comunale, rappresentative di diverse classi sociali (contadini, borghesi, intellettuali, donne), per sottolineare la varietà dei punti di vista e delle reazioni emotive di fronte ad esperienze così totalizzanti, per arrivare alla creazione di storie “inventate” dai ragazzi (ma verosimili) che contestualizzino le corrispondenze e ne svelino dettagli di vita vissuta.
In particolare, gli incontri saranno così strutturati:

  1. incontro – Presentazione del concetto di “archivio” e di “fonte”; breve visita guidata all’Archivio Storico con la visione dei documenti originali su cui i ragazzi si troveranno a lavorare;
  2.  incontro – Il metodo dello storico: che cos’è una fonte e quante tipologie di fonti si possono utilizzare per fare e studiare storia; gli strumenti dello storico al lavoro (la lettura dei manoscritti, la schedatura dei documenti, l’approfondimento su testi, siti e romanzi storici);
  3. 3° incontro – Il contesto storico. Le guerre mondiali viste e contestualizzate attraverso quattro “canali” comunicativi differenti: il manuale di storia; i romanzi e racconti per ragazzi; il documentario; le serie TV e i film;
  4. incontro – I documenti. Lettura, analisi e schedatura delle lettere e cartoline da e per il fronte, ponendo attenzione non solo al contenuto storico, ma anche al registro linguistico e ai possibili spunti per la “creazione” di una storia;
  5.  incontro - Spiegazione della struttura di un racconto (fabula e intreccio, punti di vista, flash-back, ruoli dei personaggi, ecc.). Scelta e definizione dei personaggi sui quali lavorare: la classe, divisa in gruppi, dovrà selezionare uno o più personaggi (tratti dagli autori delle lettere e cartoline) dai quali partire per la creazione di un proprio racconto personale.

N.B.: Il lavoro di stesura e rifinitura del racconto dovrà essere svolto in classe, con la collaborazione e il supporto dei docenti. L’archivista resta comunque a disposizione per specificare dettagli di tipo storico, revisionare i testi, dare indicazioni di tipo tecnico o documentario;

  1. incontro – Lettura e presentazione finale dei racconti: può anche essere previsto un momento di presentazione pubblica davanti a scuole, genitori o insegnanti, da svolgersi nell’ambito della Settimana della Didattica in Archivio (maggio 2020).

file .pdf Scheda d'iscrizione - Modulo editabile