Regolamento concernente i criteri per la formazione della graduatoria di assegnazione dei lotti e indirizzi applicativi
Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 210 del 14711/1996

Criteri per la formazione di una graduatoria per l'assegnazione dei lotti per la costruzione di tombe di famiglia nei cimiteri comunali e indirizzi applicativi


 

Criteri per la formazione di una graduatoria per l'assegnazione dei lotti per la costruzione di tombe di famiglia nei cimiteri comunali

a. Saranno fissate tante graduatorie quanti sono i cimiteri e nell'ambito di ogni cimitero graduatorie separate per
le diverse tipologie di lotti (da 1, da 3 e da 6);

b. Ciascun aspirante potra' chiedere di partecipare a piu' graduatorie e optare successivamente alla pubblicazione
delle graduatorie; costituira' titolo di preferenza la liberazione di loculi nello stesso cimitero;

c. Le domande dovranno essere corredate da una scheda composta da due moduli (che possono essere ricchiesti presso SENECA - telefono 059.690.489) predisposta dall'Amministrazione comunale che servira' per la formulazione della graduatoria. In particolare, la scheda conterra' gli estremi per identificare le salme che saranno tumulate nelle tombe.

d. Il costo del terreno concesso in uso per 99 anni fara' riferimento alla tariffa in vigore al momento della concessione.

e. Verranno inoltre fornite, alla formazione della graduatoria, indicazioni sul costo al mq del terreno per la cessione del diritto di costruzione della tomba e i termini regolamentari (art. 59) per l'ultimazionedell'opera, al fine di permettere all'utenza una valutazione sull'opportunita' di confermare la domanda;

f. Coloro che, in data precedente a quella di esecutivita' del presente atto, hanno presentato domanda per assegnazioni cimiteriali, saranno avvertiti a cura dell'Amministrazione comunale e potranno confermare, entro 30 gg. dalla data della comunicazione, la richiesta precedente, regolarizzandola e integrandola in conformita' alle disposizioni contenute nel presente atto;

g. Manifesti saranno affissi in luoghi pubblici e in particolare presso l'ingresso dei cimiteri, per consentire a tutti i cittadini di conoscere i criteri di assegnazione dei lotti e presentare apposita domanda.

h. A parita' di punteggio viene privilegiata la richiesta protocollata in data antecedente. Punteggi:

1. Residenza:

- del richiedente nella frazione di utenza del Cimitero
- di parenti di 1' grado e coniuge (genitori, figli)
- di altri parenti in linea retta (nonni-nipoti)
punti 60
punti 40
punti 20

2. Per ogni anno di concessione residua di eventuali salme da trasferire:

- nel Cimitero urbano
- nei cimiteri frazionali
(in caso di concessione perpetua gli anni vengono considerati 99)
punti 1

punti 0,5

3. Per salma di deceduto in eta' inferiore ad
anni 30 con legame di parentela di 1' grado punti 25

4. Nel rispetto delle previsioni contenute nel Regolamento (art. 57) che prevede quali salme possono essere collocate nelle tombe di famiglia, si attribuisce:

-per legami di parentela di 1'gardo (genitori-figli) e coniuge
- per legami di parentela di 2' grado in linea retta (nonni-nipoti) e collaterale (fratelli/sorelle) affini di 1grado(es.suocero/a,nuora/genero)
- per legami di parentela di 3' grado in linea retta,collaterale (es.zii-nipoti) e affini di 2' grado (es.cognati)
- per legami di parentela di 4' grado in linea retta,collaterale (es.cugini)
- per legami di parentela di 5° grado
- per legami di parentela di 6' grado
punti 25

punti 20

punti 15

punti 10
punti 5
punti 0

Indirizzi applicativi

OGGETTO :

Indirizzi applicativi della delibera consiliare n.210 del 14.11.1996, relativa all'assegnazione di lotti per la costruzione di tombe di famiglia nei Cimiteri Comunali.


LA GIUNTA

Richiamata la deliberazione consiliare n.210 del 14.11.1996, divenuta esecutiva il 3.12.1996, mediante la quale venivano fissati i criteri per la formazione di graduatorie per l'assegnazione dei lotti in oggetto;
Riconosciuta l'opportunita' di formulare alcuni indirizzi tesi ad esplicitare meglio i criteri e la procedura delineata con la suddetta delibera, al fine di evitare interpretazioni e possibili applicazioni non coerenti con quanto deciso dal Consiglio;
Preso atto che il rinvio ad eventuali provvedimenti della Giunta in sede esecutiva era contenuto esplicitamente nel dispo-
sitivo della citata deliberazione consiliare;
Vista la relazione del Dirigente del Servizio, allegata al presente atto, dalla quale si evince che gli indirizzi in oggetto non modificano in alcun modo la volonta' del Consiglio;
Visti e letti i pareri richiesti dall'art. 53 della legge 8 giugno 1990, n. 142, cosi' come modificato dalla Legge 15.5.97,
n.127, che vengono allegati al presente atto, diventandone parte integrante;
Ad unanimita' di voti

D E L I B E R A

di formulare i seguenti indirizzi applicativi dei criteri e della procedura delineata con deliberazione consiliare n.210 del
14.11.1996, riguardante l'assegnazione di lotti per la costruzione di tombe di famiglia nei Cimiteri Comunali:

- al criterio indicato con la lettera b., si specifica che per esercitare l'opzione tra le varie graduatorie, saranno chiamati nell'ordine fissato dalle graduatorie stesse, prima i richiedenti lotti nel cimitero urbano e successivamente, nell'ordine, nei cimiteri di Gargallo, S. Croce, Migliarina, Budrione, Fossoli, S. Marino, Cortile e S.Martino s/S; una volta esercitata l'opzione, il richiedente sara' automaticamente cancellato dalle altre graduatorie;

- al criterio indicato con la lettera f., si precisa che nelle graduatorie saranno inseriti esclusivamente i richiedenti che avranno fatto pervenire la conferma entro e non oltre il termine indicato nella comunicazione a firma del Responsabile del Settore D2 in data 12.2.1997, prot. gen.le n.9163;

- al criterio indicato con la lettera h., si chiarisce che il numero di protocollo considerato per i richiedenti che hanno fatto pervenire la conferma di cui al punto f., e' quello della domanda originaria;

- alla voce 1. relativa ai punteggi, si precisa che per frazione di utenza si intende quella delimitata a fini statistici e che i punteggi ivi indicati si riferiscono a persone viventi al momento della conferma della domanda;

- alla voce 2., i punteggi attribuibili si riferiscono a ciascuna salma che il richiedente, nella propria domanda dichiara di voler trasferire nella futura tomba di famiglia, proveniente da tombe gia' in concessione nel Cimitero urbano o in quelli frazionali.

Letto, approvato e sottoscritto.
 

IL SINDACO
(MALAVASI)
IL V.SEGRETARIO GENERALE
(CASARINI)

 

Visite: 8305

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto