In programma tante iniziative e aperture straordinarie
Alla “Loria” si parla di cambiamento climatico

 

CARPI, 1 Dicembre 2023

 

Posdomani, 3 dicembre, come ogni prima domenica del mese, i musei comunali saranno a ingresso gratuito, e le biblioteche aperte straordinariamente.

 

ULTIMI GIORNI PER LA MOSTRA DI ISGRO’

Ai Musei di Palazzo dei Pio sarà possibile visitare la mostra “Sillogismo del Cavallo” (dalle 10 alle 18) che raccoglie 47 opere di Emilio Isgrò inerenti al mondo della filosofia a testimoniare l’intenso rapporto avuto dal Maestro con tale disciplina a partire dagli anni ‘60. A queste si aggiunge la serie dedicata a Pico della Mirandola con la “cancellazione” di 20 volumi delle “Conclusiones” nel 2014. La mostra è aperta fino al 10 dicembre. Stessi orari per “Imago Urbis - Carpi dalle vedute antiche ai modelli 3D” con rappresentazione visiva di Carpi non solo contemporanea ma anche diacronica, dal Medioevo al 21° secolo.

 

I BAMBINI NEL “MONDO DI ATTILIO”

Nel “Castello dei ragazzi” (apertura straordinaria 15-19) c’è “Il Mondo di Attilio”, installazione immersiva nella sala espositiva della biblioteca “Il Falco Magico”, per conoscere i lupi, i boschi e i personaggi delle fiabe e delle favole resi celebri da Attilio Cassinelli, illustratore. Alle 16:30, sempre al “Falco Magico”, laboratorio artistico-creativo con l’illustratrice Martina Tonello (bimbi da 5 a 8 anni), per creare con carta, forbici e colori, un maglione natalizio perfetto per il proprio animaletto (iscrizioni: 059649961). Nella Torre dell’Uccelleria (ore 16-19) c’è l’installazione natalizia “Bravo bravo Filarello”.

 

LA CRISI CLIMATICA ALLA “LORIA”

Pe la rassegna “Domeniche in Scienza”, alle 18 nell’auditorium “Loria” è in programma l’incontro “Cartoline da un presente invisibile: Perché la crisi climatica non ci preoccupa quanto dovrebbe” con Fabio Deotto, dottore in Biotecnologie, romanziere, giornalista scientifico e traduttore. « La crisi climatica è la più grande minaccia esistenziale che l’essere umano si sia mai trovato ad affrontare. Per arginarla è necessario prendere atto dei limiti del nostro sguardo sul mondo per imparare a costruirne uno diverso. » Intervistato da Alfonso Cornia, Deotto parlerà anche dell’ultimo libro, il saggio-reportage “L’altro mondo: la vita in un pianeta che cambia”. Ingresso gratuito, fino a esaurimento posti.

 

  

Visite: 255

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto