Presentati i contenuti del bando che uscirà fra pochi giorni
Artioli: « Contributi per l'affitto e per le attività »

 

Carpi, 2 luglio 2021
L'Amministrazione comunale destinerà 80.000 euro alle associazioni e società sportive dilettantistiche per favorire il rilancio dello sport dopo l'emergenza sanitaria da Covid-19, e lo fa attraverso un intervento che è stato condiviso con il mondo sportivo carpigiano e la Consulta comunale sport e benessere.

I contenuti del bando, che sarà disponibile nei prossimi giorni sul sito del Comune, sono stati illustrati oggi alla stampa dall'Assessore allo Sport Andrea Artioli, insieme al Presidente della Consulta “Sport e benessere” Nilo Diacci.

« Con questo stanziamento il Comune di Carpi intende fronteggiare la crisi che così pesantemente ha colpito l’attività sportiva dilettantistica – ha spiegato Artioli – con un’attenzione particolare per costi fissi da locazioni immobiliari degli impianti sportivi. »

Una prima linea di sostegno di 40.000 euro è infatti destinata ad associazioni e società sportive dilettantistiche presenti e operanti nel territorio comunale, che nel 2020 hanno sostenuto, e tutt’ora sostengono, spese per locazioni di immobili destinati o connessi a impianti sportivi. Tali contribuzioni non possono superare il 50% delle spese locative sostenute nell'anno solare 2020, o comunque l'importo di 2.000 euro.

Una seconda linea, sempre di 40.000 euro, è destinata a sostenere e qualificare la ripresa delle attività sportive carpigiane, mediante contribuzioni di 300 euro per ogni associazione sportiva, e da una quota variabile proporzionale al numero dei tesserati alle federazioni o agli enti di promozione sportiva.

Le associazioni e le società sportive possono beneficiare delle contribuzioni di entrambe le linee di finanziamento purché non abbiano in corso una convenzione con il Comune, nel qual caso possono accedere al secondo tipo di contributo.

E se lo stanziamento per le spese di locazione non verrà esaurito per carenza di domande, le rimanenti risorse andranno a integrare le contribuzioni della seconda linea di finanziamento perché, come ha sottolineato Artioli, « non ci saranno residui, utilizzeremo l'intero fondo stanziato, in base alle domande pervenute. »

Tutte le informazioni saranno disponibili a breve sul sito www.carpidiem.it, dove sarà poi possibile compilare le domande.

Visite: 890

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto