Area scelta perché sicura per gli operatori e per i confinanti



L'Ausl di Modena ha comunicato che, nell’ambito della gestione del coronavirus (80-90 interventi ogni giorno da parte del 118), saranno sei, in tutta la provincia, le stazioni di bonifica delle ambulanze, attive h24 e gestite da operatori del 118 e personale specializzato.

Infatti i mezzi dell’emergenza necessitano di essere sanificati a ogni trasporto legato al Covid-19, per tutelare la salute degli operatori e delle persone trasportate.

Pertanto, finito ogni trasporto di paziente con sospetto o confermato Covid-19, i mezzi del soccorso raggiungono la stazione di bonifica; dove viene effettuata la sanificazione, secondo percorsi e procedure resi omogenei in tutta la provincia anche grazie a una formazione specifica sugli operatori che si aggiunge a quelle per la gestione del paziente covid e per l’utilizzo corretto dei dispositivi di protezione.

« Oltre alla bonifica dei mezzi – spiega Paolo Doneddu, coordinatore SET118 –, in queste stazioni gli equipaggi trovano un luogo dove effettuare la svestizione dai dispositivi di protezione individuale in tutta sicurezza, e la successiva vestizione con il kit a disposizione. Le stazioni di sanificazione dei mezzi sono presidi fondamentali per garantire un servizio efficace e sicuro. »

Secondo precise procedure previste dalle normative, vengono sanificate le maniglie esterne delle ambulanze e tutto l’interno, comprese le attrezzature, e il getto consente di intervenire in maniera precisa evitando dispersioni. Non vi sono rischi per chi abita vicino ai luoghi previsti, in quanto le procedure avvengono in tutta sicurezza e i prodotti utilizzati, appositamente certificati, eliminano batteri, funghi, microbi e virus.

Per quanto riguarda Carpi, lunedì mattina, 6 aprile, il Comune ha consegnato all’AUSL l’area nei pressi dell’ex Foro Boario, in seguito a una ulteriore ispezione disposta dall’azienda sanitaria in accordo con il Comune, dopo che alcuni cittadini avevano manifestato timori.

L'area di via Alghisi è stata scelta di concerto tra Ausl, Protezione e Civile e Vigili del Fuoco proprio per le sue caratteristiche di sicurezza oltre che di logistica, cioè copertura, accessibilità. Sicurezza sia per gli addetti sia per i confinanti: il luogo infatti, ampiamente arieggiato, dista dagli edifici più vicini almeno quaranta metri, e le sanificazioni avvengono all’interno di ambienti appositamente allestiti per queste procedure.

Visite: 265

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto