Venerdì 14 dicembre, ore 21

“Domani il cartellone del Teatro Comunale – sottolinea l’assessore alle Politiche culturali Simone Morelli - propone lo spettacolo di un grande artista, Moni Ovadia, che torna a Carpi, città che ha allietato in più occasioni con le sue storielle yiddish, cariche di ironia ed autoironia, con le sue canzoni malinconiche e al tempo stesso vitali e con la profondità del pensiero che caratterizza il suo percorso d'artista”.  


Domani, venerdì 14 dicembre alle ore 21, il Teatro Comunale di Carpi nell’ambito della rassegna L’altro teatro proporrà infatti Dio Ride (Nish Koshe) spettacolo scritto, diretto ed interpretato da Moni Ovadia. Le musiche sono eseguite dalla Moni Ovadia Stage Orchestra.

Una zattera in forma di piccola scena approdava in teatro venticinque anni fa. Trasportava cinque musicanti e un narratore di nome Simkha Rabinovich, che raccontava storie di una gente esiliata e ne cantava le canzoni, canti tristi e allegri, luttuosi e nostalgici, di quel popolo che illuminò e diede gloria alla diaspora. Dopo un quarto di secolo di erranza, Simkha e i suoi compagni, ritornano per continuare la narrazione di quel popolo in permanente attesa,
per indagarne la vertiginosa spiritualità con lo stile che ha permesso loro di farsi tramite di un racconto impossibile eppure necessario, rapsodico e trasfigurato, fatto di storie e canti, di piccole letture e riflessioni alla ricerca di un divino ineffabile presente e assente, vivo e forse inesistente, padre e madre, redentore che chiede di essere redento nel cammino di donne, uomini e creature viventi verso un mondo di giustizia e di pace.


Info
teatrocomunale.carpidiem.it/index.php/biglietteria/prezzi-biglietti
Biglietteria presso InCarpi – Sala ex Poste di Palazzo dei Pio
telefono 059 649255, e-mail:
Orari: da martedì a domenica, ore 10-18
biglietteria online: vivaticket.com