700 telefonate di informazioni, 4 persone ospitate per le notte nelle strutture per anziani

Il Sindaco di Carpi Alberto Bellelli e l'Assessore con delega alla Protezione Civile Daniela Depietri ringraziano i tanti che nella giornata di ieri e ancora oggi, sugli argini del fiume Secchia, nelle strade, negli uffici e nella sede del Centro Operativo Comunale, hanno prestato la loro opera in occasione della emergenza fiumi, siano essi volontari o dipendenti dell'ente locale e agenti della Polizia Municipale.
”Dalla notte di ieri in tanti,  facendo i turni, hanno fronteggiato l'emergenza a Cortile, a San Martino Secchia ma anche in città. Oltre cento telefonate sono state fatte ai cittadini di San Martino – spiegano - per avvertirli del probabile pericolo con  l'invito a salire ai piani superiori in caso di esondazione e per l’accertamento delle loro condizioni. A molte persone anziane è stato inoltre rinnovato l'invito a lasciare temporaneamente  l'abitazione per la notte. Nessuno però  ha usufruito dei posti letto allestiti nelle due palestre cittadine, che sono state restituite così oggi ai loro usi abituali, mentre quattro persone sono state ospitate, solo per la notte, nelle strutture per anziani. Almeno 700 le telefonate di informazioni che sono giunte al Centro Operativo Comunale di via Peruzzi, soprattutto da parte di chi doveva spostarsi verso Modena o chiedeva informazioni sui ponti chiusi o sulla situazione dei fiumi. Impagabile il lavoro dei volontari di Protezione civile che anche di notte hanno continuato a controllare con i nostri tecnici comunali gli argini”.
Il Sindaco Bellelli rileva infine quanto sia stato importante il coordinamento della Centrale di Protezione civile di Marzaglia che ha accompagnato tutto il lavoro dei Centri Operativi. L'emergenza sembra passata con l'abbassamento del livello del fiume ma la guardia resta alta.