Tags: ,

Tre repliche al Comunale per il testo di Shakespeare rappresentato dal Teatro dell’Elfo
Nel pomeriggio di sabato 10 l’incontro della Compagnia con il pubblico

In occasione del quarto centenario della morte di William Shakespeare anche il Teatro Comunale di Carpi ricorda il drammaturgo inglese proponendo il Sogno di una notte di mezza estate che verrà messo in scena dal Teatro dell’Elfo venerdì 9 e sabato 10 dicembre  alle ore 21 e domenica 11 dicembre alle ore 16, nell’ambito della propria stagione di Prosa.
In scena, per la regia di Elio De Capitani, Enzo Curcurù, Sara Borsarelli, Marco Bonadei, Corinna Agustoni, Luca Toracca, Clio Cipolletta, Sarah Nicolucci, Vincenzo Giordano, Loris Fabiani, Giuseppe Amato, Lorenzo Fontana, Emilia Scarpati, Vincenzo Zampa.

Lo spettacolo più famoso dell’Elfo, nel quale De Capitani fa leva sulla contrapposizione tra saggezza e slancio, fra la capacità di ordire l’inganno e l’ingenuità di subirlo. E punta moltissimo sul lato onirico del testo, ambientandolo in una scenografia che ne accentua la chiave favolistica, fedele a un linguaggio teatrale personale pieno di forza e di gioco. Tra palazzi nobiliari e foreste incantate vanno in scena le schermaglie d’amore di uomini, donne, elfi e fate, scompaginate dall’imprevedibile folletto Puck. Smontando pezzo per pezzo l’idea romantica dell’amore, dando conto della fragilità dei sentimenti e della loro carica di irrazionalità e di follia, questa commedia dopo quattro secoli continua a incantare gli spettatori di ogni età.

La Direzione del Teatro Comunale ha deciso poi anche quest’anno di promuovere incontri con i protagonisti della stagione condotti da Sara Gozzi, per avvicinare spettatori ed artisti e far conoscere al meglio alcuni degli spettacoli in cartellone. Gli incontri, che vanno sotto il titolo Attori da vicino, sono ovviamente ad ingresso gratuito. Sabato 10 dicembre alle ore 17.30 sarà proprio la Compagnia dell’Elfo a confrontarsi con gli appassionati su Sogno di una notte di mezza estate.

Visite: 2759

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto