Bellelli e Castagnetti: “Non solo agli enti locali l’onere del suo mantenimento”

Comune di Carpi e Fondazione Fossoli, per bocca del Sindaco Alberto Bellelli e del Presidente Pierluigi Castagnetti, esprimono la loro soddisfazione per le dichiarazioni fatte oggi del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, che ha confermato come si stia lavorando “per fare entrare il Ministero nella Fondazione, un impegno diretto dello Stato italiano per il recupero di questo luogo della memoria anche attraverso lo stanziamento delle risorse necessarie a restaurare e salvaguardare il Campo”.
“La Giornata della Memoria oggi ha assunto un ruolo ancora più importante dopo le dichiarazioni del Ministro, che peraltro vengono dopo una sollecitazione da noi fatta qualche mese fa proprio in questo senso: il Campo di Fossoli – spiegano Bellelli e Castagnetti – ormai gode di una fama sempre più ampia anche a livello internazionale e l’anno scorso ha fatto registrare ben 23 mila visitatori. Si sta parlando di un luogo simbolo della deportazione italiana, dove sono transitati oltre 5000 internati tra cui Primo Levi. Non possono essere dunque solo gli enti locali a farsi carico del suo mantenimento. Ribadirlo proprio in questa giornata, quando in città si stanno svolgendo tante iniziative che hanno coinvolto moltissimi giovani sottolinea ulteriormente l’importanza che riveste per la nostra comunità il tema della memoria”.

Comune e Fondazione Fossoli hanno espresso a più riprese la necessità di porre mano ad un intervento complessivo di recupero e salvaguardia del Campo: attività rese più difficili dai danni subiti dalle strutture a causa del sisma del 2012, e che in questo unicum storico-culturale hanno già previsto lavori di messa in sicurezza e recupero funzionale di tre delle baracche superstiti. La Giunta comunale ha poi già approvato nei mesi scorsi uno stanziamento di 670 mila euro (di cui 362 mila messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito dei programmi post-sisma) per un intervento che costituirà il punto di partenza per sviluppare un piano complessivo di recupero e salvaguardia del Campo. Il Governo nazionale dal canto suo ha stanziato 100 mila euro per finanziare a sua volta questo progetto di valorizzazione e fruizione del luogo, mentre nuove prospettive si aprono anche dopo la recentissima approvazione della Legge regionale sulla memoria. E nel Bilancio Preventivo 2016 tra poco all’esame del Consiglio comunale di Carpi sono previsti fondi per la manutenzione ordinaria del Campo.

Visite: 4256

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto