La Giunta con una apposita delibera ha approvato il progetto esecutivo --Comunicato stampa n.291 del 4/11/2015

La Giunta comunale di Carpi ha approvato nei giorni scorsi il Progetto esecutivo per le opere di completamento del restauro della ex Sinagoga settecentesca per un importo di 60.000 euro: si tratta dei lavori che concluderanno l’intervento di miglioramento sismico previsto nel Piano regionale di ricostruzione post sisma 2012, un’opera prevista nel Programma triennale degli investimenti 2015-2017 dell’ente locale.

Ricordiamo che la parte più antica dell’ex tempio ebraico carpigiano (l'ultima funzione religiosa è stata celebrata nel 1907) è un raro esempio di luogo di culto israelitico del XVIII secolo nella nostra regione, ed è stata costruita nel 1722 sopraelevando il solaio dell'edificio del Portico del Grano, in corso Pio. Vi si accede dalla scala progettata dall'architetto Giacomo Lucenti. Nonostante alcune modifiche ottocentesche, il complesso è tuttora conservato, così come parte delle decorazioni originarie. A causa del sisma di tre anni fa non è ancora stato possibile renderlo visibile al pubblico.

“Con questo importante intervento che conclude una serie di lavori – spiega l’assessore al Centro storico Simone Morelli - arriveremo presto a dare una lettura organica di questo edificio storico, consentendo in futuro anche di allargare il percorso di visita alla ex Sinagoga”.

Visite: 2783

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto