Oggi, 21 settembre, sono stati installati in tre spazi del centro storico di Carpi tre box informativi relativi al progetto CARPI FASHION SYSTEM.

Lo scopo è di suscitare lo spirito di appartenenza delle aziende e degli operatori del distretto della moda di Carpi con un invito a fotografarsi e a condividere le immagini nei social network (Facebook, Twitter e Instagram) con l’hashtag #carpifashionsystem.

 

CARPI FASHION SYSTEM è un progetto coordinato dalle associazioni imprenditoriali del territorio, CNA, LAPAM-Confartigianato, CONFINDUSTRIA e dal Comune di Carpi, con il sostegno della FONDAZIONE CR CARPI, che ha lo scopo di valorizzare le peculiarità del distretto produttivo di Carpi e di promuovere lo scambio con operatori italiani ed esteri, interessati a valutare opportunità di collaborazione e di business.

 

L’EREDITA’

La storia manifatturiera del distretto di Carpi ha origine nel XVI secolo con la lavorazione del truciolo per la produzione di cappelli di paglia, attività che veniva svolta perlopiù a domicilio dalle donne. Dopo la seconda guerra mondiale questa eredità di abilità manuale e di imprenditorìa femminile si è convertita nella confezione di tessuti e nella lavorazione della maglia, favorendo il fiorire di una rete di piccole imprese specializzate in diverse fasi del ciclo produttivo e con intense relazioni tra di loro.

 

IL DISTRETTO DELLA MODA

“Il Distretto di Carpi è uno dei più importanti dell’intero sistema tessile-abbigliamento a livello nazionale ed europeo - ricorda l’assessore comunale all’Economia Simone Morelli - Le aziende del Distretto, nelle loro diverse specializzazioni, hanno sviluppato una rete produttiva intelligente, in cui la creatività e l’innovazione sono distribuite in ogni fase del processo, dalla creazione alla produzione, alla logistica e al marketing”.