“Attendiamo la nuova legge regionale che prevede la creazione di micro-aree” --Comunicato stampa n.157 del 6/6/2015

In risposta ad alcune notizie di stampa apparse su settimanali e quotidiani locali l’amministrazione comunale di Carpi ricorda che nessuna nuova localizzazione è stata prevista per i nomadi Sinti che vivono nell’area delle Piscine; che l’ente locale è in attesa che la Regione Emilia-Romagna approvi la legge sul tema e i conseguenti decreti attuativi prima di definire alcunché; che la nuova legge comunque si orienterebbe alla creazione di micro-aree siano esse pubbliche o private destinate ai nomadi arrivando dunque al superamento dei campi; che la nuova legge indicherà caratteristiche ed infrastrutture necessarie per l’ospitalità dei residenti. In virtù di questa assenza di indicazioni non è possibile ad oggi individuare alcuna area.

“Da anni diversi soggetti, compresi gli stessi Sinti, stanno raccogliendo in vari ambiti informazioni e proposte, in linea con quanto previsto dalla legge regionale su eventuali localizzazioni, ma nulla è stato definito” ribadisce Daniela Depietri, assessora a Sociale, Sanità, Casa, Associazionismo e volontariato, Politiche per il lavoro, Nuove fragilità.