Approvata all’unanimità una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle --Comunicato n.141 dell'11/5/2015

E’stata discussa giovedì 7 maggio nel corso del Consiglio comunale di Carpi una mozione sul baratto amministrativo sottoscritta dai tre componenti del gruppo del Movimento 5 Stelle. Il baratto amministrativo consiste nella capacità di onorare i propri debiti verso l’amministrazione in modo particolare: attualmente il Comune ha un 10% di insoluti annui (tributi, rette, oneri, ecc…), e questa potrebbe essere tramutata in ore di lavoro coprendo così i residui passivi, magari per pulire, manutenere o abbellire aree verdi, piazza, strade, valorizzando il territorio.

Il dispositivo finale della mozione è stato modificato nel corso della seduta su richiesta del gruppo Pd impegnando così non solo il Sindaco e la Giunta “a definire un Regolamento non appena giungeranno certezze in materia di futura tassazione Tasi/Tari che introduca la possibilità del baratto amministrativo inerente la collaborazione tra cittadini e amministrazione e che ne definisca criteri e modalità”. Ma anche prevedendo che “tale possibilità debba essere limitata ai cittadini che siano in condizioni di reale difficoltà valutando come possibili criteri l’Isee molto basso dei nuclei familiari o se in questi vi sono componenti che hanno perso il lavoro e sono disoccupati e coordinandosi con altri strumenti come il Bando anticrisi”. Inoltre questa “sarà limitata nel tempo, ad esempio per due anni al massimo, e saranno privilegiati eventualmente i cittadini che faranno richiesta in forma associata”. Tra le attività individuate ci sono quelle relative alla manutenzione ordinaria, la pulizia e la vigilanza di parchi, giardini e aiuole e dei luoghi pubblici, l’assistenza alle scolaresche, lo sgombero neve, eccetera.

Dopo un breve dibattito la mozione così modificata è stata messa ai voti e approvata all’unanimità.

Visite: 2776

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto