Tags:

Ecco tempi e zone

Entro la fine del 2015 a Carpi il sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti subirà alcune modifiche, seguendo le modalità già attivate da luglio 2014 nelle frazioni e nel forese di Carpi. Verrà mantenuta la raccolta domiciliare per carta e cartone, organico, sfalci e rifiuto non recuperabile. Non subiranno variazioni le raccolte degli imballaggi in plastica e di vetro e lattine (vengono infatti mantenuti i cassonetti stradali gialli e le campane stradali verdi). Le principali novità riguarderanno invece le frequenze di conferimento e una nuova dotazione di contenitori che verranno consegnati a tutti i residenti. I contenitori sono dotati di microchip e consentono quindi di quantificare i rifiuti conferiti da parte di ogni utenza.

 

Dal 1° gennaio 2016 a Carpi partirà la tariffa puntuale, un sistema di calcolo della tariffa rifiuti che non si basa più sul criterio dei metri quadrati dell’immobile ma è correlato alla produzione di rifiuti. E’ ormai riconosciuto a livello internazionale come la modalità più equa di calcolo della tariffa ed è considerato il percorso che permette più facilmente di raggiungere sia gli obiettivi di recupero che quelli di riduzione della produzione di rifiuti stabiliti a livello europeo, secondo il principio “chi più inquina, più paga”.

 

La tariffa puntuale viene calcolata così secondo questa modalità:

Quota fissa (canone uguale per tutte le famiglie) + Quota variabile (numero di svuotamenti del contenitore del rifiuto non riciclabile-contenitore grigio) = Tariffa complessiva addebitata ad ogni famiglia.

Il sistema prevede in ogni caso l’addebito di un numero minimo di svuotamenti del bidone grigio del rifiuto non recuperabile, secondo questo criterio:

N. persone che compongono il nucleo familiare +1.

(es: una famiglia di tre persone pagherà un numero minimo di 4 svuotamenti all’anno, una famiglia di 4 persone ne pagherà 5). Con il nuovo sistema di tariffazione chi effettua gli svuotamenti minimi avrà il massimo risparmio (50-100 euro a seconda dell’utenza) rispetto alla TARI 2014, chi effettuerà svuotamenti aggiuntivi ridurrà questo risparmio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco le zone e la tempistica con cui si estenderanno le nuove modalità

 

20 APRILE parte l’AREA NORD (7500 utenze domestiche e 800 attività)

delimitata a nord dalla Tangenziale 12 Luglio 1944, a ovest dalla Tangenziale Losi, a sud da via Giovanni XXIII, viale Manzoni e via Tre Ponti, a est da via Canalvecchio

8 GIUGNO parte l’AREA SUD/OVEST (7300 utenze domestiche e 1200 attività)

delimitata a nord da via Guastalla, via Giovanni XXIII e viale Manzoni, a ovest dall’Autostrada, a sud da Traversa S. Giorgio, a est da via Mulini Interna e via Marco Polo Interna

20 LUGLIO parte l’AREA SUD/EST (5000 utenze domestiche e 600 attività)

delimitata a nord da via Griduzza, a ovest da via Canalvecchio, dalla ferrovia, da via Marx, da via Marco Polo Interna e via Mulini Interna, a sud da Svoto Cattania, a est dal confine con Limidi di Soliera.

ENTRO FINE NOVEMBRE parte l’AREA CENTRO (3000 utenze domestiche e 1700 attività)

zone del centro storico e dei quartieri immediatamente adiacenti ad esso non ancora

riconvertiti.

Visite: 3518

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto