I quattro Presidenti degli organismi tematici davanti al civico consesso --Comunicato stampa n.232 del 30/9/2014

I Presidenti delle quattro Consulte di settore hanno aperto il Consiglio comunale di Carpi di giovedì 25 settembre, presentando il bilancio delle loro attività. Mario Poltronieri (Consulta A, tutela e valorizzazione delle risorse ambientali, territoriali, naturali, storico-artistiche ed archeologiche, 26 componenti); Marco Vignoli (Consulta B, attività culturali, celebrative ed educative, 53 componenti); Carlo Alberto Fontanesi (Consulta C, attività umanitarie e socio assistenziali, diritti dei cittadini e degli utenti, 52 componenti); Nilo Diacci (Consulta E, sport e benessere, 46 componenti) hanno brevemente illustrato luci ed ombre della loro attività negli organismi da loro presieduti e che, come spiegato dal Presidente del Consiglio Davide Dalle Ave in sede di presentazione, sono “primari strumenti di partecipazione, proposta e verifica dell’attività amministrativa, per i quali pensiamo a momenti periodici di confronto anche con il Consiglio comunale”.
I quattro Presidenti non hanno mancato di sottolineare, oltre al ruolo di cerniera tra amministrazione comunale e associazionismo svolto dalle Consulte, anche la necessità di riflettere sul ruolo di questi organismi e sugli strumenti di partecipazione che i cittadini possono utilizzare per prendere parte alle decisioni dell’ente locale. Il Presidente Diacci dal canto suo ha rivelato ad esempio come vi siano motivi giuridici che impediscono a molti sodalizi di iscriversi alla Consulta E. Molti i consiglieri che sono intervenuti dopo le relazioni: da parte degli esponenti dei gruppi di minoranza (M5S, Carpi Futura, Ncd-FdI-An) sono venuti riconoscimenti al ruolo delle Consulte ma anche la richiesta al Comune di valorizzare questi organismi, che a loro parere non sono tenuti in troppa considerazione da parte dell’ente locale. Il capogruppo del Pd Paolo Gelli ha detto dal canto suo che il suo gruppo è pronto a mettere mano alle modifiche allo Statuto sollecitate.
Il Presidente Dalle Ave ha sottolineato poi come le relazioni dei Presidenti delle Consulte dovrebbero essere almeno annuali e come presto si esamineranno le modifiche al Regolamento del Consiglio comunale, datato 1999, e a seguire dello Statuto, anche per sancire chi potrà partecipare ai lavori delle Consulte. Dopo che il Sindaco Alberto Bellelli ha ribadito il grande coinvolgimento che sono state capaci di promuovere le Consulte tra le forme associative cittadine, e che queste non decidono al posto di assessori o Consiglio comunale ma devono esser coinvolte nelle decisioni, i Presidenti hanno replicato alle sollecitazioni pervenute dai componenti del civico consesso: ha chiuso poi il dibattito l’assessore alla Partecipazione Milena Saina. Saina ha spiegato come spesso la ricchezza delle attività del volontariato e associazionismo locale sia difficile da comunicare, che tra pochi giorni prenderà il via un giro di incontri nelle frazioni e infine ha ricordato che è stato presentato alla Regione un progetto partecipativo sul Parco Lama e tra qualche mese dovrebbe vedere la luce poi il nuovo sistema informativo Rilfedeur, che si propone di creare una piattaforma web installata su Carpidiem grazie alla quale i cittadini possono segnalare disservizi e seguire passo passo l’azione dell’ente locale al riguardo.
 

Visite: 2436

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto