Consiglio, D’Addese ha risposto ad un’interrogazione di Bagnoli(Pd) --Comunicato stampa n.164 del primo luglio 2013

Il consigliere Pd Marco Bagnoli ha presentato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale di Carpi, giovedì 27 giugno, una interrogazione sulla viabilità nella zona di via Remesina, in particolare segnalando alla Giunta la possibilità di prevedere un attraversamento pedonale a chiamata nella stessa, chiedendo di sapere gli intendimenti della Giunta su tempi e modi di intervento sulla rete fognaria della zona e infine di conoscere un aggiornamento sullo stato della mobilità su via Remesina dopo l’apertura della pista ciclabile da e per Fossoli.
“La via Remesina interna – gli ha risposto l’assessore Carmelo Alberto D’Addese - è una strada di quartiere da via Manzoni a via Magazzeno e interzonale tra via Magazzeno a via Remesina esterna. Gli attraversamenti pedonali realizzati sull’asse viario sopradescritto sono caratterizzati da zebre, in base alle normative previste dal Codice della strada. Sul fronte dell'area verde di via Magazzeno l'attraversamento pedonale è rialzato allo scopo di moderare la velocità, mentre nell'incrocio con via Magazzeno l’attraversamento è governato da un impianto semaforico. La strada ha una carreggiata variabile da 8 a 9 metri e pertanto in base a queste caratteristiche infrastrutturali si presta ad interventi con attraversamenti zebrati semplici o con semaforo. Si coglie l’occasione per informare il consigliere che la Commissione viabilità e traffico sta elaborando uno studio di fattibilità per la realizzazione di un attraversamento con semaforo a chiamata posto all'altezza della Parrocchia di S. Giuseppe Artigiano, previa copertura finanziaria. Per quanto riguarda i costi relativi ad un impianto alla realizzazione di questo impianto le spese ammontano a circa 15.000 euro in base agli interventi accessori che saranno necessari”.
Per le problematiche inerenti alle precipitazioni atmosferiche che hanno interessato nei mesi scorsi il quartiere l’assessore all’Ambiente Simone Tosi ha dato invece questa risposta, affidata alla lettura del collega D’Addese: “In questi ultimi anni, in modo particolare dopo gli eventi eccezionali del giugno 2011, come amministrazione in sinergia con Aimag abbiamo messo in campo una pluralità di interventi, volti a migliorare e mitigare fenomeni di allagamento dovuti ad eventi meteorici intensi. Come ormai è noto, le acque fognarie di Carpi scolano da sud verso nord, ed il nostro sistema fognario è caratterizzato da una struttura ad albero, ovvero tutto viene concentrato in pochi assi scolanti. Gli interventi messi in campo fino ad ora avevano l’obiettivo di scaricare, reindirizzare, le acque di scolo su altri assi riducendo in questo modo rischi di esondazioni legati all’eccessiva quantità di acqua che proviene da sud verso nord. Per questo motivo si è proceduto ad interventi prima sulla zona sud e centro della nostra città; ora è giunto il momento di mettere in campo una serie di interventi nella zona nord. Quelli previsti sono un nuovo asse fognario che interesserà via Magazzeno per prolungarsi verso ovest innestandosi sul cavo di bonifica Scolo Ravetta. Un secondo intervento è la verifica del possibile collegamento dello nodo idraulico di via Forlì con via Venezia, per ricevere le acque di via Piacenza e via Ancona. Infine su via Brunelleschi si sospetta la non capacità delle caditoie di raccogliere le acque piovane, quindi si sta verificando che tipo di soluzione mettere in campo”.
Per quanto riguarda le risposte sugli altri aspetti della viabilità in zona Remesina richiesti da Bagnoli l’assessore D’Addese ha infine replicato che “l’obiettivo di rallentare il traffico è stato raggiunto mediante l’istituzione di una zona 30 tra il passaggio a livello e l’incrocio di via Sant’Antonio. I monitoraggi fino ad oggi effettuati ci permettono di dare un giudizio positivo su tutto l’intervento che ha interessato il quartiere e nello specifico ci riferiamo alla via Remesina interna ed esterna, via Longhena, via Sant’Antonio e via Pola esterna, interventi che hanno garantito sia la moderazione della velocità, ma anche la messa in sicurezza di una serie di attraversamenti pedonali nonché la sistemazione di alcuni stalli sosta. Per il controllo della viabilità sono previsti monitoraggi periodici, infatti sono già stati calendarizzati ulteriori verifiche programmate per il periodo autunnale. Inoltre sono stati effettuati rilievi sull’andamento delle piste ciclabili nell’orario di punta delle 7.30/8.30 che  hanno  fatto registrare 95 ciclisti in transito all’altezza delle scuole Magazzeno”.
Bagnoli ha ringraziato l’assessore per le risposte esaurienti e precise, ribadendo la necessità di un nuovo attraversamento pedonale su via Remesina “e che questo impegno dell’amministrazione divenga realtà il prima possibile. Bene poi gli impegni per il monitoraggio dei flussi di traffico e sugli interventi fognari”.
 

Visite: 2660

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto