Sui lavori nelle vie Galilei-Fassi e i cestini per la differenziata in centro --Comunicato stampa n.157 del 25/06/2013

Due le interrogazioni a cui è stata data risposta nel corso della seduta del Consiglio comunale di Carpi di giovedì 20 giugno: la prima, firmata dalla consigliera PdL Giuseppina Baggio, domandava lumi all’amministrazione sul progetto di riqualificazione di via Fassi e via Galilei chiedendo se “questo esiste o è in fase di preparazione”, con quali tempi “si prevede di presentarlo ai cittadini”, come si colloca “in tale percorso l’abbattimento degli alberi e la pavimentazione di via Galilei”, con quali tempi “si arriverà alla sistemazione definitiva delle due vie”. L’assessore al Centro storico Simone Morelli ha replicato a Baggio che non esiste un piano di riqualificazione ma che quello in corso è solo “un intervento di manutenzione, corposo, che prevede la sistemazione anche dei marciapiedi. Se in via Galilei si è già intervenuti tra marzo e maggio per sistemare le banchine stradali e ripiantumando parte delle piante tagliate per problemi di stabilità delle stesse presto lo si farà anche in via Fassi, anche se lo scenario qui è meno problematico”. Baggio ha replicato che avrebbe dovuto rispondere a questa interrogazione l’assessore all’Ambiente Simone Tosi, il quale “aveva promesso a novembre che entro gennaio avrebbe presentato una bozza del progetto di sistemazione dei due viali, all’interno dei quali inquadrare il taglio dei 45 alberi in via Galilei, e che avrebbe fatto vedere ai cittadini gli interventi da compiere e come sarebbe cambiata la situazione”. Morelli ha controreplicato che le risorse utilizzate per i lavori previsti in queste due strade riguardano la manutenzione, “tanto che non si dovrà andare in Consiglio a presentare il progetto”. Il Presidente del Consiglio Giovanni Taurasi ha preso a questo punto la parola per proporre, con l’accordo di Morelli, che di via Fassi tratti la Commissione consiliare competente.
Alla seconda interrogazione, presentata dal capogruppo Idv Andrea Bizzarri, e che riguardava i cestini per la raccolta differenziata in centro storico (richiesta per sapere se fosse stato già elaborato un Piano per il posizionamento di questi contenitori nelle piazze e con quali tempi si intendesse adempiere a quanto richiesto da una mozione approvata a fine 2011 sul tema), ha risposto lo stesso assessore Morelli. “Il rapporto con Aimag su questo argomento non si è mai interrotto – ha detto – ma ovviamente a causa del sisma il tema è stato rinviato. Abbiamo comunque definito i punti, tre, nei quali collocare questi contenitori sul rialzato della Piazza, stiamo progettando dove metterli e come saranno. In tempi brevi dovremmo dunque dare una risposta agli impegni contenuti nella mozione approvata dal Consiglio”. Bizzarri ha ringraziato per la risposta sottolineando come il ‘porta a porta’, ovvero la raccolta domiciliare dei rifiuti, fosse una delle iniziative più di successo che la nostra città può mettere in mostra e dunque che il luogo più adatto per fare ciò è proprio il centro storico, vetrina di Carpi.
 

Visite: 3976

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto