Su Marcinelle, uso della bici per recarsi al lavoro e mobilità degli studenti Comunicato stampa n.301 del 4/12/2012

Nel corso della seduta del Consiglio comunale di Carpi di giovedì 29 novembre sono stati approvati all’unanimità tre ordini del giorno. Il primo, contenente la richiesta di ricordare la strage di Marcinelle dell’8 agosto del 1956, è stato presentato dal capogruppo della Lega nord Argio Alboresi. Il secondo, della Lista civica Carpi a 5 Stelle-beppegrillo.it-Prc e che riguardava invece la mobilità pubblica e privata per alunni e studenti della città, è stato letto ai componenti del civico consesso dal capogruppo Lorenzo Paluan. Sempre il capogruppo Alboresi ha poi presentato il terzo odg discusso l’altra sera nel corso del Consiglio, e che chiedeva maggiori tutele per chi sceglie la bici per recarsi al lavoro.
L’ordine del giorno su Marcinelle (sottoscritto anche dal capogruppo Pd Davide Dalle Ave), località belga dove oltre cinquant’anni fa persero la vita in miniera 262 minatori di cui oltre la metà italiani, è stato messo al voto dopo essere stato modificato dal Presidente del Consiglio comunale Giovanni Taurasi (d’accordo con il firmatario) per precisarne meglio le richieste: invitava il Sindaco e la Giunta, in occasione delle prossime celebrazioni della tragedia, ad inserire una finestra speciale sul sito del Comune, dove i cittadini e gli amministratori potrebbero lasciare una testimonianza ed un pensiero. Inoltre il testo dell’odg verrà trasmesso ai dirigenti scolastici che potranno così valutare la possibilità, nel rispetto della loro autonomia e dei curricula didattici ministeriali, di dedicare in classe un momento di riflessione al tema dell’emigrazione italiana all’estero.
L’ordine del giorno di Lorenzo Paluan invece proponeva a Consiglio e Giunta, visto l’inquinamento prodotto dalle auto di coloro che si recano o provengono dagli istituti scolastici, di adottare misure di promozione del trasporto collettivo privato e pubblico per ridurre il numero di vetture circolanti, adottando la piattaforma per la gestione del car pooling predisposta dalla Provincia adattandola alle realtà scolastiche cittadine, riformulando poi anche il servizio di Prontobus per renderlo fruibile anche per alunni, docenti e personale non docente residenti nelle frazioni. L’assessore alla Mobilità e Traffico Carmelo Alberto D’Addese ha replicato a Paluan che la piattaforma per il car pooling è una soluzione adottata per le aziende e non per le scuole “ma che l’amministrazione verificherà la sua applicabilità a queste ultime”. In merito al Prontobus invece, ha detto l’assessore, “abbiamo già provveduto a fare modifiche in questi anni al servizio, ad esempio incrociando i suoi orari con quelli dei treni: ma per pensarlo come strumento a servizio delle frazioni, magari anticipando la mattina per posticiparlo al pomeriggio, occorre conoscere l’ammontare delle risorse disponibili per il 2013. Le proposte contenute nell’odg sono dunque accoglibili ma dobbiamo attendere i primi mesi dell’anno per saperlo con certezza”. Il capogruppo del PdL Roberto Andreoli ha chiesto dal canto suo che il Prontobus possa essere attivato per il centro urbano “perché così il servizio risponderebbe ai bisogni dei viaggiatori e in modo più flessibile, costando anche meno” mentre Marco Bagnoli (Pd) ha sottolineato la situazione caotica presente in viale Peruzzi all’ingresso e all’uscita dalle scuole qui presenti: “una dimostrazione di come servirebbe una mobilità diversa in città”. Paluan ha ricordato poi in sede di replica che il Piano delle piste ciclabili promesso entro la fine del 2011 non si era però ancora visto. “Va bene il terremoto ma monitoreremo gli esiti di questa elaborazione, abbiamo anche ritirato con fiducia a metà dell’anno scorso un odg. Vorremmo vedere risultati concreti, così come per il car pooling e il Prontobus”. D’Addese infine ha affermato che il Piano ciclabili è quasi pronto e arriverà in Consiglio nei primi mesi dell’anno prossimo, “rimodulando ed estendendo il Piano del 1991. Abbiamo appoggiato in via sperimentale il car pooling, ricordo che però il Prontobus non può sostituirsi ad Arianna e che per i trasporti scolastici verso i Comprensivi organizziamo corse mentre il bus locale prevede abbonamenti agevolati per gli studenti”.
Il secondo ordine del giorno della Lega nord invece chiedeva al Consiglio comunale di sostenere la campagna lanciata dalla Federazione Italiana Amanti della Bicicletta (FIAB) in appoggio ad una proposta di legge per il riconoscimento dell’infortunio in itinere da parte dell’Inail anche per chi usa la bici andando al lavoro, pur esistendo mezzi di trasporto pubblico con orari adeguati. L’assessore D’Addese ha rammentato che nelle scorse settimane la Giunta comunale ha già approvato una delibera a sostegno di questa iniziativa, su richiesta della FIAB. Roberto Andreoli ha infine criticato la scelta dell’Inail spiegando come “non ci sia nessuna logica nel non coprire chi si infortuna andando in bici al lavoro”.
Tutti e tre i documenti in discussione sono stati approvati come detto all’unanimità.
 

Visite: 4093

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto