Il resoconto della seduta del Consiglio comunale/1

Nel corso del Consiglio comunale di Carpi di giovedì 26 aprile è stato approvata all’unanimità una delibera che prevede l’entrata dell’ente locale nel Consorzio CEV, Consorzio Energia Veneto. L’assessore al Bilancio Cinzia Caruso ha spiegato brevemente in aula le ragioni dell’adesione del Comune a questo soggetto, nato dal 2002 e che raccoglie a fine 2011 più di mille enti locali in Italia: CEV ha l’obiettivo di acquistare fonti di energia per le autonomie locali non dai soliti fornitori, in modo da far risparmiare ad essi risorse finanziarie e garantire al contempo vantaggi per l’ambiente. L’adesione a CEV del Comune scatterà dal primo di luglio e prevede un esborso di 500 euro una tantum. Positiva è stata definita questa scelta dell’amministrazione da parte dei capigruppo della Lega nord Argio Alboresi e del PdL Roberto Andreoli: quest’ultimo in particolare ha anche proposto di approfondire la possibilità di installare lampioni a led e intelligenti in città.
Il 24 aprile scorso anche il Consiglio dell’Unione delle Terre d’Argine aveva approvato all’unanimità l’adesione della stessa al Consorzio CEV; Soliera dal canto suo ha già aderito da tempo mentre Novi e Campogalliano ci stanno pensando.
 

Visite: 2657

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto