Domande fino al 28 febbraio

Oltre 365.000 euro in aiuto a chi ha difficoltà con l’affitto di casa: li stanzia la Regione per famiglie residenti nell’Unione Terre d’Argine. Sarà possibile presentare domanda dal 13 gennaio, e sino al 28 febbraio: il bando è riservato ai nuclei che risiedono in un comune dell’Unione e che abbiano un ISEE “ordinario” compreso fra 3.000 (minimo) e 17.154 euro (massimo).

Tra gli altri requisiti, ci sono l’ammontare del canone di locazione, che non può essere superiore a 700,00 euro mensili, e la tipologia catastale dell’abitazione, che non deve appartenere alle categorie A/1, A/8 e A/9.

Non possono presentare domanda gli assegnatari di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP, c.d. “case popolari”), i beneficiari di “reddito di cittadinanza” o “pensione di cittadinanza”, di contributi o altre forme di assistenza post sisma, i beneficiari di altri contributi regionali(dal Fondo per la ”emergenza abitativa”, da quello per la “morosità incolpevole” eccetera).

Tutti i requisiti vanno posseduti al momento della richiesta e al momento dell’eventuale erogazione.

In caso di concessione, il contributo erogato sarà pari a tre mensilità di affitto, scorrendo la graduatoria fino a esaurimento dei fondi disponibili secondo le assegnazioni per ciascun territorio.

Poiché alla domanda va allegato un ISEE “ordinario” in corso di validità, è necessario che gli interessati si organizzino per tempo, premurandosi di prenotare eventuali appuntamenti presso i centri di assistenza fiscale.

Le domande devono essere compilate unicamente su moduli predisposti dall’Unione Terre d’Argine, nelle sedi territoriali dei Servizi Socio Sanitari, previo appuntamento tramite l’ufficio competente del Comune di residenza:

  • Carpi tel. 059/649933 - 059/649626 - 059/649644;
  • Campogalliano 059899453/11;
  • Novi 0596789111/21/42;
  • Soliera 059568571/8.

Visite: 860

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto