Percorso condiviso con genitori e dirigenza

Un nuovo progetto per le scuole “Fanti” e un’azione legale a tutela del Comune: lo hanno annunciato ieri gli assessori Dalle Ave e Truzzi all’incontro con rappresentanti dei genitori e personale del complesso di viale Carducci, convocato in Municipio per aggiornare famiglie e docenti sulla situazione dei lavori.

A causa del fallimento dell’impresa affidataria, nonostante gli sforzi dell’Amministrazione non ci sono le condizioni per proseguire il cantiere nella sede di Castelvecchio. Il ritardo provocato dalla ditta vincitrice dell’appalto, oltre ai disagi alla scuola determina la perdita del contributo.
Vano è stato in questi mesi ogni tentativo del Comune affinché i lavori riprendessero al più presto - volontà testimoniata dalle ulteriori risorse previste in bilancio nel 2019 – nell’interesse di studenti, genitori e docenti.

Nell’incontro di ieri – cui erano presenti dirigenti comunali e il Dirigente scolastico – si è pertanto convenuto di ripristinare gli spazi finora occupati dal cantiere, per renderli di nuovo fruibili agli studenti e alle attività ricreative nel più breve tempo possibile.

La Giunta comunale inoltre si è impegnata in ulteriori investimenti: un primo intervento di adeguamento sismico che avverrà nell’estate 2020, per non interferire con le attività didattiche; e un nuovo piano di miglioramento della scuola e dei suoi spazi, la cui progettazione sarà avviata una volta approvato il bilancio e condivisa con la scuola stessa in termini di priorità e di interventi. Quest’ultimo intervento sarà realizzato nell’estate 2021 o 2022 a seconda della complessità dell’iter di progettazione e delle richieste integrative della Soprintendenza.

Commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici Marco Truzzi: «Vedere progettualità così ambiziose per Carpi non realizzarsi, è una sconfitta per tutti. È difficile riconoscere i limiti di un’Amministrazione che nonostante decida di destinare importanti risorse pubbliche, poi non vede tramutarsi in realtà i desideri dei cittadini per cause che non può controllare. Per questo motivo l’amministrazione intraprenderà un’azione legale per far valere le proprie ragioni.»

«Come Amministrazione – aggiunge l’Assessore alla Scuola Davide Delle Ave – comprendiamo il disagio che questa situazione ha causato alle attività scolastiche. Confermiamo la volontà di realizzare un nuovo progetto in grado di rendere il complesso Fanti ancora più accogliente e con più spazi e servizi, in un contesto, quello del centro storico, in cui sono presenti numerosi studenti.»

Visite: 270

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto