Rigenerazione urbana con abitazioni e servizi sociali
Il Governo ha ammesso il progetto comunale al “PinQua” (Programma innovativo sulla qualità dell'abitare)

 

 CARPI, 23 Luglio 2021

 

Il progetto del Comune di Carpi per la riqualificazione urbana della “Corte di Fossoli” è stato selezionato dal Ministero delle infrastrutture nell'ambito del “Programma nazionale della qualità dell’abitare” (PinQua) e potrà ricevere i 14,8 milioni di euro richiesti. La somma si sommerà ai 2,8 già stanziati dall'Amministrazione comunale per il recupero di questa ex-corte agricola in frazione Fossoli, appartenente all'Ente locale, che si sviluppa su oltre 18mila metri quadri, dei quali seimila di superficie coperta: sette edifici (un tempo adibiti a stalle, fienili, caseificio, ricovero attrezzi e abitazioni), oggi in completo abbandono anche a causa del sisma 2012, e vincolati dalla Sovrintendenza.

 

L'intervento prevede di realizzarvi 22 appartamenti, destinati in particolare ad anziani e giovani coppie, e di trasferirvi alcuni importanti servizi sociali.

 

Adesso il Comune di Carpi ha otto mesi per presentare un progetto definitivo esecutivo.

 

La notizia del finanziamento governativo, e i contenuti del progetto, sono stati illustrati questa mattina alla stampa dal Sindaco Alberto Bellelli, insieme agli assessori competenti sui diversi aspetti del progetto: Riccardo Righi (Urbanistica), Marco Truzzi (Lavori Pubblici e Patrimonio), Tamara Calzolari (Politiche Sociali), con una responsabile della cooperativa sociale “Gulliver”, che gestirà la parte dei servizi socio-sanitari.

 

Particolare soddisfazione è stata espressa dal primo cittadino e dai colleghi di Giunta, anche perché con questo finanziamento salgono a 20 i milioni ottenuti per bandi di rigenerazione urbana (gli altri cinque milioni sono per il complesso di via Unione Sovietica).

 

Altro motivo di soddisfazione il fatto che Carpi è una delle pochissime città non capoluogo di provincia fra i 271 progetti giudicati “ammissibili” dall'Alta Commissione istituita presso il Ministero delle infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per questo “PinQua”: un programma con « l’obiettivo di riqualificare i centri urbani, ridurre il disagio abitativo e favorire l’inclusione sociale. » Ai 400 milioni di fondi inizialmente previsti dal Ministero si sono aggiunti i 2,8 miliardi del Fondo complementare al “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” (Pnrr)

 

Visite: 172