Galantini: “è il centro focale della mobilità alternativa all’auto, bene gli interventi”

 



“La Stazione ferroviaria di Carpi rappresenta per noi il centro focale della mobilità alternativa all’auto, luogo dove si incontrano le 4 linee di bus urbani, le linee extraurbane di Seta, e si trovano i depositi protetti per i ciclisti e le rastrelliere di C’Entro in bici. Plaudiamo dunque a RFI che ha confermato che verranno attuati lavori di adeguamento dell’edificio della Stazione e mantenuta la biglietteria attuale. L’amministrazione comunale – spiega l’assessore alla Mobilità Cesare Galantini - continua a tenere comunque alta l’attenzione sulla tratta ferroviaria Carpi-Modena e alle problematiche dei pendolari”.
Ricordiamo che nei giorni scorsi RFI ha annunciato che realizzerà entro la primavera lavori al sottopassaggio della Stazione, agli ascensori, e che saranno completamente rinnovati la pavimentazione, i rivestimenti e l’illuminazione: anche l’informazione ai viaggiatori migliorerà grazie a nuovi monitor e diffusori sonori.  L’intervento si estenderà poi nel corso dell’anno alla pensilina del secondo marciapiede, che sarà ristrutturata e meglio illuminata con un impianto a led. A seguire si passerà alla ristrutturazione completa del fabbricato viaggiatori, compresa la pensilina del primo marciapiede. Il tutto con un investimento per 2 milioni di euro. Nel 2018 sarà infine innalzato il secondo marciapiede per agevolare la salita e la discesa dei passeggeri dai treni.

Visite: 2241

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto