Comunicato stampa del 17 settembre 2019

L’autunno è tradizionalmente la stagione del raccolto in cui si conservano e si iniziano a consumare i  prodotti del lavoro estivo e si fanno provviste per superare l’inverno. Queste è la regola del mondo agricolo, ma anche lo Spazio Giovani non fa eccezione. Se ad Agosto il Mac’é! è rimasto chiuso per lavori di miglioramento degli impianti termoidraulici, illuminanti e di sicurezza (progetto Refresh) e a Settembre ha riaperto in sordina, lavorando sulla programmazione, anche attraverso il feedback sui gusti e le abitudini dei giovani raccolti durante l’estate dall’educativa di strada, ora si entra nel vivo, con laboratori, progetti e nuovi servizi.
Vediamo allora nel dettaglio la programmazione a partire dal mese di Ottobre, con un piccolo anticipo: domenica 22 Settembre, in occasione della settimana Europea della mobilità, il CICLO-SPAZIO-GIOVANI, luogo libero di promozione dell’uso e manutenzione della bicicletta nella saletta polivalente del Mac’é!, sarà aperto dalle ore 16:30 per proseguire l’allestimento collettivo e per una merenda insieme.
Dal 1 Ottobre prenderà invece il via l’orario autunnale, che vedrà lo Spazio Giovani aperto tutti i pomeriggi - tranne il lunedì e il sabato - dalle 15 alle 19. La prima ora e mezza di apertura sarà dedicata all’aiuto compiti, per i più giovani (Scuole Medie e Superiori), mentre nella seconda parte del pomeriggio ci sarà spazio per la libera aggregazione (chiacchiere, wi-fi, pianoforte, tennistavolo, calciobalilla), inoltro il martedì lo Spazio Giovani ospita la redazione di Radio Immaginaria, mentre il giovedì si alterneranno, fino a primavera, i nuovi laboratori del Mac’é!.
Il primo prenderà il via giovedì 24 Ottobre per terminare otto settimane dopo con un grande spettacolo a sorpresa. Si tratta di un laboratorio innovativo per lo Spazio Giovani, che unisce la leggerezza del canto alla fisicità del corpo. A tenerlo sarà una giovane interprete carpigiana, di prossima uscita con il primo album di inediti soul e black. Lei si chiama Giulia Tosoni e per chi frequenta la “vita notturna” carpigiana non è sicuramente un nome nuovo. All’ultima “Notte bianca” si è esibita in piazza Martiri, affiancata da turnisti di fama nazionale e in rete gira un suo video musicale (It’s time to make my move) in cui compare un cammeo del Sindaco Bellelli. I partecipanti al SOUL LAB di Giulia Tosoni, potranno dar vita ad un brano coreografato che a Natale sarà portato in scena… in un luogo a sorpresa. Si tratta di un workshop di alto livello qualitativo, offerto gratuitamente ad un numero limitato di partecipanti, si consiglia quindi caldamente di iscriversi quanto prima, presso lo Spazio Giovani ( tel. 059/649271 o whatsapp 345_7497320). I ragazzi non si facciano ingannare dalla faccia d’angelo della docente, c’è ampio spazio anche per loro, soprattutto perché il cantato avrà una parte melodica e una parte rappata; l’iscrizione è quindi super raccomandata anche ai maschi. Nell’anno nuovo, un altro giovane artista carpigiano, anch’esso protagonista dell’ultima notte bianca, terrà il primo workshop 2020, ma avremo tempo per parlarne a suo tempo…
Parliamo invece dell’ultima novità dell’imminente stagione autunnale, queste volta dedicata agli studenti universitari (e ultimi anni delle Superiori). Si tratta dell’apertura pomeridiana dalle 15 alle 19, a far data del 13 ottobre in avanti, tutte le domeniche tranne la prima di ogni mese (quando invece è aperta la biblioteca Loria). Gli studenti potranno beneficiare di un ambente luminoso e ben climatizzato, con tavoli e sedie comode, cinque postazioni fisse con PC collegati alla rete, oltre al wi-fi free su tutta l’area. C’è anche la possibilità di fare fotocopie e, nelle pause, approfittare dell’adiacente servizio bar, garantito dai volontari del Centro Sociale “Bruno Losi”. Naturalmente c’è anche il cortile interno per uscire un attimo all’aria aperta per la classica “boccata d’aria”. Questo servizio è pensato per chi, per necessità o abitudine, ritiene che la domenica pomeriggio sia un ottimo momento da dedicare allo studio, ma a casa ha fratelli, parenti e animali domestici che gli tolgono la concentrazione necessaria. C’è anche chi ritiene che studiare in compagnia sia molto più bello ed efficace e quindi perché no, lo vuol fare al Mac’é!
Ottobre vedrà anche l’inizio del secondo ciclo di incontri “Mac’é lavoro a Carpi!”, ma su questo e altre iniziative in cantiere avremo modo di parlare più avanti. Nel mentre si può rimanere aggiornati sul web (portale giovani) o tramite i social (spazio giovani_carpi spazio giovani Mac’é).

Immagini in formato .zip