Sabato 28 e domenica 29 settembre 2019
Comunicato stampo del 23 settembre 2019

Codice Luna - Giochi per esploratori dell’ignoto

Il grande evento di piazza dedicato quest’anno alla scoperta, all’invenzione, e all’esplorazione grazie alla libertà di immaginare e inventare attraverso il gioco.

Dopo il grande successo ottenuto nelle precedenti edizioni, 10.000 presenze nel  2016 e nel 2017 e 15.000 nel 2018, torna la Festa del gioco, un grande evento di piazza dedicato quest’anno all’esplorazione, alla scoperta e all’invenzione per celebrare due importanti anniversari: i 50 anni dello sbarco sulla luna e i 500 anni dalla morte del genio fiorentino Leonardo da Vinci. Perché Leonardo da Vinci era un grande giocatore, scacchista, ma giocava anche con la meccanica, con l’arte e con la scrittura, e grandi giocatori erano anche gli astronauti che accettarono la sfida di arrivare sino alla Luna, un’impresa ritenuta impossibile sino a pochi anni prima.
Ed è proprio grazie al gioco e al mettersi in gioco che adulti e bambini liberano la loro creatività e accettano la sfida di diventare esploratori dell’ignoto.

Ideata e organizzata dal Castello dei ragazzi di Carpi, sostenuta dal Comune di Carpi con il Patrocinio della Regione Emilia-Romagna, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna, con il contributo di Aimag spa e Conad, l’evento mette al centro il gioco come strumento di stimolo e scoperta che “ci spinge ad andare sempre un po’ più in là”.

Il centro storico e in particolare Piazza Martiri e il Cortile d’Onore diventano “i luoghi del gioco”, ovvero gli spazi che ospiteranno le attività di laboratoriali, dimostrazioni e le installazioni ludico-artistiche per bambini dai due anni, ragazzi e famiglie.

Protagonisti di questa edizione saranno inoltre gli studenti delle scuole carpigiane che porteranno fuori dalle mura della scuola progetti e percorsi ideati per la Festa del gioco.

Come afferma Davide Dalle Ave, Assessore alla Scuola e alle Politiche Culturali del Comune di Carpi “La Festa del gioco si misurerà ancora una volta  con un pubblico di bambini e ragazzi, sempre attenti, esigenti e curiosi per i quali il Gioco è, e rimane l’attività più seria; essi esprimono il bisogno di giocare in libertà, di un gioco spontaneo, perché il gioco è come l’acqua, non può essere imbrigliata, altrimenti sfugge da tutte le parti.”
L’evento – continua Davide Dalle Ave – si svolge completamente all’aperto e in particolare nel centro storico: vie, piazze e cortili, perché è importante “impadronirsi e connotare” gli spazi per differenti funzioni, per riscoprirli e imparare non solo a vederli, ma a guardarli con un nuovo sguardo”.

IL PROGRAMMA
Molte sono le attività in programma condotte anche quest’anno da ospiti prestigiosi tra cui lo scrittore Davide Morosinotto – ideatore anche del titolo -  che presenterà il suo recentissimo libro su Leonardo da Vinci e lo scrittore e divulgatore scientifico Christian Antonini che proporrà attività di scoperta legate alla scrittura e in particolare ai libri-game.

Il Museo Leonardo da Vinci di Firenze porterà a Carpi alcune delle fedeli riproduzioni da loro realizzate delle macchine di Leonardo con le quli il pubblico potrà sperimentare e interagire; questi modelli sono stati esposti sino ad oggi nei maggiori musei scientifici.

Molto ricca la proposta di attività laboratoriali condotte da Guido Accascina e Marina Gigli del Modern Automata Museum, con i quali si potranno costruire alcuni macchinari interattivi, realizzati secondo i progetti di Leonardo da Vinci; il team di Pleiadi Science Farmer propone un Science market e un Science center dove condurre esperimenti scientifici secondo il metodo hands-on e allestirà un Planetario in Piazza Martiri – Globe – dove si potrà entrare per ammirare la magia dell’universo. Infine si potranno scoprire i segreti del volo grazie a laboratori ideati dal Museo della Bilancia di Campogalliano.

Una passeggiata nello spazio potrà essere sperimentata virtualmente indossando i visori Oculus: dimostrazioni e laboratori a cura della Fondazione Museo Civico di Rovereto.

Anche quest’anno non mancheranno gli allestimenti ludico-artistici che arricchiscono sin dalla prima edizione le proposte della Festa del gioco: A spasso sulla luna è una installazione interattiva dove sperimentare tra lune e pianeti giganti e centinaia di palloncini una passeggiata in un paesaggio lunare. Luna chiama terra è l’allestimento che verrà realizzato in Cortile d’Onore con i Lego giganti, mattoni componibili di grandi dimensioni dove scoprire alieni, astronavi e pianeti.
Si tratta di installazioni artistiche che ben riassumono i temi cui è dedicata l’ edizione 2019 della Festa del gioco che possono essere sintetizzati  nella citazione di Ray Bradbury “E’ una bella cosa riscoprire la meraviglia… L’astronautica ci ha fatto tornare tutti bambini.”

Giochi di costruzione tra i quali i LEGO, giochi di movimento e giochi di manipolazione con la sabbia cinetica completano il programma.

Il sito del Castello dei ragazzi di Carpi e la pagina facebook della Festa del gioco conterranno tutto il programma definitivo e le informazioni dettagliate della quarta edizione 2019.

Visite: 304

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto