Comunicato stampa n. 20 del 6 Giugno
  • Gli ultimi dati aggiornati relativi alle persone sfollate indicano in circa 1600 i cittadini che hanno dovuto lasciare le loro case dopo aver ricevuto l'ordinanza di inagibilità. 220 sono gli edifici e 600 le famiglie sgomberati; invece 219 sono gli anziani non autosufficienti e i disabili assistiti nei Centri allestiti dall'ente locale e 491 i carpigiani che vivono ora in albergo in località montane o marine. 105 in mattinata sono state le persone che sono state accolte nel Campo della Protezione Civile montato dai volontari lucani nel piazzale delle Piscine. Qui sono stati distribuiti oggi i primi pasti e la cucina si occuperà anche di fornire 250 pasti a pranzo e a cena anche al Campo spontaneo di Fossoli. Il Campo del piazzale delle Piscine prevede anche l'allestimento di un punto informativo del Comune, dove è prevista anche la presenza di mediatori culturali per i cittadini stranieri. L'area sarà vigilata da personale delle forze dell'ordine per tutte le 24 ore della giornata.

  • Il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile di Carpi ricorda che i cittadini che intendono donare quantità limitate di prodotti alimentari, vestiario, tende, lenzuola, sacchi a pelo e tutto quanto può essere utile a chi non ha una abitazione agibile o dorme fuori casa devono rivolgersi direttamente ai centri di seguito indicati:
    • Pista di motocross di via Guastalla
    • Parrocchie di Santa Croce, Fossoli, Budrione, S.Bernardino, Cibeno, San Giuseppe e Corpus Domini
    • Centro autogestito di Cortile
    • Polisportiva di San Marino
    • Rossetto (di fronte al Campo di concentramento di Fossoli)

  • Aziende ed istituzioni che hanno invece grossi quantitativi di merce da donare alla popolazione devono rivolgersi al magazzino comunale di via Watt 2 (zona industriale), previa comunicazione dell'arrivo dei mezzi.

  • L'amministrazione comunale ringrazia tutti coloro, carpigiani e non, che stanno contribuendo fattivamente all'opera di sostegno e assistenza alle popolazioni in difficoltà sul territorio.

  • Il Comune di Carpi ricorda altresì che è possibile contribuire economicamente agli interventi di solidarietà in favore della popolazione terremotata utilizzando un conto corrente le coordinate del quale sono le seguenti: Intestazione Comune di Carpi-Interventi di solidarietà - Codice Iban IT 27 E 02008 23307 000040743376, Unicredit Banca, causale Sisma Carpi.

file .pdf Comunicato stampa

Visite: 3034

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto