D.L. 25/05/2021, n. 73 - Misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali (cd. dl "Sostegni-bis")

Art. 4-ter - Esenzione dal versamento dell'imposta municipale propria in favore dei proprietari locatori

 

1. Alle persone fisiche che possiedono un immobile, concesso in locazione a uso abitativo, che abbiano ottenuto in proprio favore l'emissione di una convalida di sfratto per morosità entro il 28 febbraio 2020, la cui esecuzione è sospesa sino al 30 giugno 2021, è riconosciuta l'esenzione per l'anno 2021 dal versamento dell'imposta municipale propria (IMU) relativa all'immobile predetto. L'esenzione di cui al precedente periodo si applica anche a beneficio delle persone fisiche titolari di un immobile, concesso in locazione ad uso abitativo, che abbiano ottenuto in proprio favore l'emissione di una convalida di sfratto per morosità successivamente al 28 febbraio 2020, la cui esecuzione è sospesa fino al 30 settembre 2021 o fino al 31 dicembre 2021.

[...]

 


D.L. 22/03/2021, n. 41 (cd. dl "Sostegni")

Art. 6 sexies - Esenzione dal versamento della prima rata dell'imposta municipale propria

 

Per l'anno 2021 non è dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria (IMU) per gli immobili posseduti dai soggetti passivi che soddisfano le seguenti condizioni: soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario; soggetti titolari di reddito agrario di cui all’articolo 32 del TUIR.

L'esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori e a condizione che i ricavi medi mensili del 2020 siano inferiori almeno del 30% rispetto ai ricavi medi mensili registrati nel 2019.

 

Per una verifica più esaustiva delle condizioni, fare riferimento al D.L. 41 del 22/03/2021, art.1, commi 1, 2, 3, 4.

 


Deliberazione di Consiglio Comunale n. 51 del 13/05/2021

 

Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 51 del 13/05/2021 è stato disposto il differimento al 30 Settembre 2021 del termine di scadenza per il versamento della rata di acconto IMU 2021 di competenza comunale tenuto conto dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 tuttora in corso e delle conseguenze della stessa sul tessuto economico e sociale del territorio.

 

Il termine di scadenza per il versamento della rata di acconto della quota IMU di competenza statale di cui al comma 744 della Legge 160/2019 resta fermo al 16 giugno 2021 tenuto conto che con riferimento a tale termine è preclusa al Comune ogni possibilità di intervento.

 


Legge 30/12/2020, n. 178 (cd. "Legge di bilancio 2021")

Art. 1 - Comma 599

 

In considerazione degli effetti connessi all'emergenza epidemiologica da COVID-19, per l'anno 2021 non è dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 1, commi da 738 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, relativa a:

 

a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;

 

b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi soggetti passivi, come individuati dall'articolo 1, comma 743, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

 

c) immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni;

 

d) immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night club e simili, a condizione che i relativi soggetti passivi, come individuati dall'articolo 1, comma 743, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 


D.L. 14/08/2020, n. 104 - Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia (cd. dl "Agosto")

Art. 78 - Esenzioni dall'imposta municipale propria per i settori del turismo e dello spettacolo

 

3. L'imposta municipale propria (IMU) di cui all'articolo 1, commi da 738 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, non è dovuta per gli anni 2021 e 2022 per gli immobili di cui al comma 1, lettera d)

(immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate)

 

 

Visite: 1092

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto