A Milano presentazione del progetto

Il Comune di Carpi, in collaborazione con Carpiformazione srl, ha presentato il progetto

"LE STAGIONI DELLA MODA" Innovazione, Ricerca, Creatività

il giorno 21 ottobre 2003 - ore 11,00 presso Circolo della Stampa - Corso Venezia, 16 - Milano

Image

Premessa
Il sistema economico-produttivo di Carpi, 1800 imprese per 9000 addetti, con un volume di fatturato superiore al miliardo di euro, è da diversi anni uno dei più importanti distretti industriali del Tessile Abbigliamento d'Italia. La presenza diffusa di piccole e medie imprese sul territorio, la rilevanza di una rete di rapporti interaziendali a specializzazione flessibile, l'intreccio fra sistema economico-produttivo e sistema socio-culturale sono i caratteri peculiari del modello distrettuale. Un modello dove Carpi rileva alcune specificità: partecipazione elevata al lavoro in particolare di quello femminile, sviluppo anche fuori dal distretto delle relazioni produttive tra imprese, l'emergenza di potenziali aggregazioni territoriali più ampie, cambiamento nei rapporti preferenziali tra istituzioni, imprese, sistema creditizio, mondo associativo e comunità locale.
La strategia, seguita negli ultimi anni, di investire nella progettazione e nella qualità del prodotto si è dimostrata vincente. Le imprese di maglieria e confezioni e della tessitura, che rappresentano il motore primario del distretto produttivo carpigiano e il principale polo produttivo dell’Emilia Romagna per il tessile, sono posizionate nella fascia media e medio-alta del mercato. Queste imprese, grazie all'elevata flessibilità della loro organizzazione produttiva, sono in grado di proporre un numero elevato di collezioni e di modelli in tempi estremamente rapidi.
La caratteristica permanente del distretto è quella di aver mantenuto al proprio interno le funzioni di progettazione e commercializzazione del prodotto di abbigliamento, decentrando altrove le fasi strettamente produttive. L'analisi delle produzioni evidenzia la maggior presenza di quelle di maglieria rispetto al comparto della confezione.
Le imprese di maglieria appaiono più orientate al consumatore donna mentre quelle di confezione presentano una produzione più diversificata. L'attuale posizionamento del distretto di Carpi appare orientato verso il segmento di mercato medio-alto. Ciò conferma le dinamiche in atto che riflettono un processo di qualificazione del prodotto.
La elevata attenzione riservata alla fase di ideazione e progettazione soprattutto da parte delle imprese finali riflette gli investimenti destinati a migliorare sia gli aspetti creativi sia il rapporto qualità prezzo. Di notevole interesse è la capacità di ideare prodotti propri in linea con l'evoluzione della moda. In un anno sono progettati circa 130.000 modelli di capi di serie in maglia o in tessuto.

IL Progetto
Le imprese appartenenti al settore tessile abbigliamento, per mantenere la propria competitività, investono ed investiranno nei prossimi anni in nuove tecnologie, nella commercializzazione e nella qualità del prodotto. Oggi la maggioranza delle imprese conto proprio investe nella progettazione interna del campionario e continua a potenziare e a migliorare alcune aree aziendali ritenute strategiche quali: il miglioramento della qualità e lo sviluppo di offerta di servizi, cio’ è dovuto alla segmentazione della domanda e al posizionamento su fasce di mercato piu’ elevate. Progettazione e commercializzazione per l’export sono le aree che le aziende intendono potenziare; inoltre per garantire standard qualitativi elevati e rispettare i tempi di consegna le imprese sono costrette ad agire sulla programmazione. Una certa importanza stanno acquisendo i controlli qualitativi in tutte le fasi del processo lavorativo.
Per le imprese medio-piccole però non è piu’ sufficiente fare leva solo sulla creatività e sullo stile ma diventa sempre piu’ necessario puntare sull’innovazione dei prodotti offerti con caratteristiche di qualità e funzionalità.
Le prospettive di sviluppo nell’approccio ai nuovi scenari dell’economia mondiale presuppongono un ulteriore passo avanti sia nell’innovazione applicata alle funzioni di carattere produttivo, sia alle funzioni di specializzazione tecnologica, di ricerca e marketing territoriale settoriale rivolte all’interno del sistema.
Una caratteristica del settore tessile abbigliamento moda, settore a bassa standardizzazione del prodotto e di processo, è data dalla varietà delle forme organizzative assunte dai sistemi produttivi nei quali le imprese operano. Lo sviluppo delle innovazione e delle attività di ricerca e sviluppo richiede, date le caratteristiche evidenziate, un crescente investimento in rete di relazioni e una maggiore capacità di interazione con i centri di ricerca e di eccellenza, non solo locali. L’innovazione non va intesa solo nell’ambito delle tecnologie ma anche dell’organizzazione, delle capacità gestionali e imprenditoriali, dell’internazionalizzazione, non solo commerciale.
I distretti ed i sistemi locali d’impresa hanno assunto configurazioni differenti, attraverso processi di evoluzione anche qualitativa, determinando un riposizionamento su fasce di mercato piu’ elevate e di crescita strutturale delle imprese, con l’emersione di imprese leader e la formazione di gruppi, impostati anche come un rinnovamento delle relazioni tra imprese, oltre che attraverso il graduale allargamento dei rapporti commerciali.

Le prospettive del settore tessile abbigliamento e in particolare le strategie seguite dalle imprese, se sostenute da politiche e azioni mirate, possono mantenere e sviluppare i vantaggi competitivi conseguiti, facendo leva sui diversi punti di forza quali:
- capacità di creare prodotti sempre nuovi
- garanzia di elevata qualità del prodotto
- offerta di una gamma alta di modelli
- capacità di adattarsi alle richieste del cliente
- offerta di servizi qualificati e personalizzati alle esigenze del cliente
- crescita delle produzioni, in maglieria, realizzate per le grandi firme della moda
- posizionamento su una fascia medio-alta
- specializzazione su piccole serie di produzione e realizzate in tempi veloci
- aumento delle vendite di confezione con marchio proprio
- capacità di utilizzare contemporaneamente piu’ canali distributivi
- buon livello di informatizzazione.

Gli ambiti individuati di innovazione ed evoluzione del distretto tessile abbigliamento moda possono essere così riassunti:
- ricerca di nuovi materiali e sviluppo di prodotti di nicchia affini ai nuovi stili di vita
- ICT nel tessile abbigliamento: applicazioni, competenze e nuovi servizi
- Piani di marketing e processo di internazionalizzazione
- Figure innovative emergenti nel distretto e strumenti per la valorizzazione delle professionalità richieste dal mercato.

Il Comune di Carpi, in collaborazione con Carpiformazione srl –società pubblica specializzata nella formazione del settore moda- ed anche con il sistema imprenditoriale locale, intende quindi sviluppare azioni basate su una serie di eventi volti alla sensibilizzazione, informazione, promozione delle imprese.
Gli eventi si caratterizzeranno per il loro svolgimento nella stagione autunno-inverno 2003-2004 (ottobre-febbraio) e saranno caratterizzati da:
- workshop sui temi dell’innovazione di processo e di prodotto, creatività, sostenibilità ambientale, diversificazione produttiva nel tessile abbigliamento moda;
- mostre-vetrine sulla sostenibilità ambientale e sulla valorizzazione di processi produttivi certificati nel tessile abbigliamento moda
- eventi sulla imprenditoria femminile e passaggio generazionale
- concorsi per giovani imprenditori, stilisti e studenti sui temi oggetto della presente azione.

image