Settore Ambiente via B. Peruzzi 2 - tel. 059/649081 - fax. 059/649172
Orario: da lun a sab 10.30/12.30 - Informazioni telefoniche: da lun a sab 8.00/13.00

L'autorizzazione paesaggistica, ai sensi del D.Lgs. 42/2004, art. 146, comma 4, costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire o agli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio; è richiesta per gli interventi edilizi nella fascia di 150 mt dalla sponda o dal piede dell'argine dei seguenti corsi d'acqua: fiume Secchia, cavo Lama, cavo Tresinaro, fossa Raso,cavo Gavasseto, Fossetta di mezzo, cavo Fossanuova, scolo Cavone, cavetto Gherardo (ora cavetto Inferiore e Diversivo Gherardo). Non è richiesta per gli interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici (art. 149, c. 1 a) D. Lgs. 42/2004).

A CHI SI RIVOLGE
Proprietari di immobili compresi nella fascia di 150 mt. dalla sponda o dal piede dell'argine dei corsi d'acqua sopracitati quando vogliano effettuare interventi edilizi sugli stessi, ad esclusione di quelli indicati all'art. 149 c. 1 a) del D. Lgs. 42/2004 (Interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici).

COME ACCEDERE
Presentazione della domanda all'Uff. Protocollo, tramite PEC o cartacea, indirizzata al Settore Ambiente (per edilizia residenziale)  o al Suap (per attività economiche), sul modulo disponibile presso il Settore Ambiente o sul sito nella sezione modulistica

COSTO
- Marche da bollo per presentazione e diritti di segreteria
Tariffe dei Servizi del Comune di Carpi Esercizio 2019

TEMPI E MODI DI RISPOSTA
La domanda va indirizzata al Settore Ambiente, preventivamente alla pratica edilizia.
L'autorizzazione  è valida cinque anni (termine esecuzione lavori)
Procedura ordinaria: massimo 105 giorni (compreso parere Soprintendenza)
Procedura semplificata: massimo 60 giorni (compreso parere Soprintendenza)
L'autorizzazione viene rilasciata al richiedente dal Settore Ambiente - previo avviso - nel caso di edilizia residenziale,  oppure dal Suap per attività produttive.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
D.Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio"- Parte Terza - art. 146
D.P.C.M. 12 dicembre 2005 "Individuazione della documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica degli interventi proposti, ai sensi dell'art. 146, c. 3, del Codice dei beni culturali e del paesaggio"
D.P.R. 9 luglio 2010 n. 139 "Regolamento recante procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entità"


 

Visite: 3429

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto