Settore Ambiente via B. Peruzzi 2 - tel. 059/649081 - fax. 059/649172
Orario: da lun a sab 10.30/12.30 - Informazioni telefoniche: da lun a sab 8.00/13.00
  

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
D.Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio"- Parte Terza - art. 146
D.P.R. 9 luglio 2010 n. 139 "Regolamento recante procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entità"

 

D.P.C.M. 12 dicembre 2005 "Individuazione della documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica degli interventi proposti, ai sensi dell'art. 146, c. 3, del Codice dei beni culturali e del paesaggio"

 

 

L'autorizzazione paesaggistica, ai sensi del D.Lgs. 42/2004, art. 146, comma 4, costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire o agli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio; è richiesta per gli interventi edilizi nella fascia di 150 mt dalla sponda o dal piede dell'argine dei seguenti corsi d'acqua: fiume Secchia, cavo Lama, cavo Tresinaro, fossa Raso,cavo Gavasseto, Fossetta di mezzo, cavo Fossanuova, scolo Cavone, cavetto Gherardo (ora cavetto Inferiore e Diversivo Gherardo). Non è richiesta per gli interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici (art. 149, c. 1 a) D. Lgs. 42/2004).

 

A CHI SI RIVOLGE
Proprietari di immobili compresi nella fascia di 150 mt. dalla sponda o dal piede dell'argine dei corsi d'acqua sopracitati quando vogliano effettuare interventi edilizi sugli stessi, ad esclusione di quelli indicati all'art. 149 c. 1 a) del D. Lgs. 42/2004 (Interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici).

 

COME ACCEDERE
Presentazione della domanda all'Uff. Protocollo, tramite PEC o cartacea, indirizzata al Settore Ambiente (per edilizia residenziale)  o al Suap (per attività economiche), sul modulo disponibile presso il Settore Ambiente oppure on line

 

COSTO
- Marche da bollo per presentazione e diritti di segreteria
Tariffe dei Servizi del Comune di Carpi Esercizio 2019

 

TEMPI E MODI DI RISPOSTA
La domanda va indirizzata al Settore Ambiente, preventivamente alla pratica edilizia.
L'autorizzazione  è valida cinque anni (termine esecuzione lavori)
Procedura ordinaria: massimo 105 giorni (compreso parere Soprintendenza)
Procedura semplificata: massimo 60 giorni (compreso parere Soprintendenza)
L'autorizzazione viene rilasciata al richiedente dal Settore Ambiente - previo avviso - nel caso di edilizia residenziale,  oppure dal Suap per attività produttive.

 

 

Visite: 3796

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto