Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, quale modificata dalla legge 6 maggio 2015, n. 52) presentando al proprio Comune d'iscrizione nelle liste elettorali apposita opzione.

La dichiarazione di opzione, redatta su apposito modello e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, dovrà pervenire all'Ufficio Elettorale del Comune entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del Decreto del Presidente della Repubblica di convocazione dei comizi elettorali.
L’opzione può essere inviata per posta, per fax, per posta elettronica anche non certificata (), oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

Scarica il modello per il voto per corrispondenza per elettori temporaneamente all'estero

Circolare della Prefettura di Modena