La replica dell’assessore alla Viabilità Simone Tosi alle proteste dei cittadini

“Occorre fare alcune precisazioni rispetto allo stato manutentivo di via Valle, perché la situazione è ben nota all’amministrazione comunale e le cose sono arrivate a questo punto dopo serrati confronti con i residenti. Via Valle fa parte di un gruppo di strade che presentano le medesime caratteristiche, dove negli anni si è verificata una progressiva diminuzione dell’efficacia degli interventi di manutenzione, in particolare in termini di durata di quanto realizzato. E dove si sono constatati principi di cedimento pochissimo tempo dopo l’ultimazione dei lavori. Le valutazioni fatte dalla nostra struttura tecnica sono unanimi nell’imputare la maggior responsabilità di questa situazione alla natura stessa dei terreni sui quali sorgono le strade in questione, alle caratteristiche costruttive ed ai materiali utilizzati a suo tempo per la loro realizzazione: siamo infatti in aree composte in prevalenza da terreni argillosi e quindi soggetti al cosiddetto ‘effetto spugna’ (assorbimento di grosse quantità di acqua con notevoli rigonfiamenti e cambiamenti di stato, fino ad oltre il limite di plasticità in caso di periodi molto piovosi; riduzione di volume con raggiungimento di stati di consistente durezza in caso di prolungati periodi di siccità con conseguente formazioni di crepe anche di notevoli profondità e larghezza). Su via Valle era in corso un progetto di riasfaltatura a tratti della strada che però non ha ottenuto l’apprezzamento di parte dei residenti che, anche in tono canzonatorio, chiedevano invece interventi più risolutivi. Abbiamo avviato un confronto con i residenti, confronto che ha portato l’amministrazione a decidere di progettare un intervento più importante, con la totale riasfaltatura della strada dalla Provinciale fino al passaggio a livello, proseguendo con la messa ‘a bianco’ da lì in poi. Nel corso di questi ultimi mesi però, forse anche a causa del notevole e inconsueto caldo che ha caratterizzato l’estate appena passata e dell’altrettanto esasperata siccità, abbiamo potuto constatare l’inizio di fratture e cedimenti delle pavimentazioni a distanza di ‘pochi giorni’ dalla loro realizzazione. Questa situazione ci ha fatto desistere nell’intervento su via Valle perché molto probabilmente avrebbe avuto una efficacia temporanea. Per questo motivo nel Piano dei Lavori Pubblici adottato in Giunta abbiamo approvato un intervento straordinario di manutenzione sulle strade a nord del nostro territorio, impegnandoci a trovare per i prossimi tre anni 750mila euro all’anno, risorse che ci permetteranno di mettere in campo interventi significativi e non solo la sola posa nel tappeto d’usura. Tutto questo è stato comunicato via e-mail ai residenti e ribadito nell’incontro del 16 ottobre scorso. Ci eravamo presi un impegno con loro; capire come intervenire in modo provvisorio per superare l’inverno. Dopo le valutazioni tecniche fatte dopo diversi sopralluoghi si è deciso di procedere alla fresatura della strada e alla sua sagomatura, per poi nella stagione calda effettuare la sua riasfaltatura. Una considerazione finale: dispiace essere criticati quando si ascoltano i cittadini e si rimettono in discussione le decisioni prese, perché oggi se non avessimo ascoltato le giuste osservazioni dei residenti avremmo una strada con delle ‘pezze’, ma sicuramente messa meglio di oggi; dispiace che non si comprenda che si siano trovate risorse aggiuntive per sistemare alcune strade, tra queste anche via Valle, su un totale di oltre 480 km di strade cittadine; dispiace infine che lo sforzo di ascolto e di confronto, ed i risultati portati, non siano apprezzati”