Una rassegna di quattro film all’Auditorium della Biblioteca Loria

“Il Sessantotto è stato un fenomeno giovanile capace di coinvolgere migliaia di persone nelle lotte per l'emancipazione delle donne e per i diritti dei lavoratori. Nel cinquantesimo anniversario – afferma l’assessore alle Politiche culturali Simone Morelli - Può essere quindi utile riflettere di nuovo su un fenomeno di tale portata a partire da alcune suggestioni cinematografiche, nella convinzione che il cinema sia stato allora, e sia tutt'ora, uno dei mezzi privilegiati attraverso cui transitano i significati sociali”.
Succede un Sessantotto è il titolo di un ciclo di film che, a 50 anni dal Sessantotto appunto, la Biblioteca multimediale Loria di Carpi propone per consentire una riflessione su un momento storico importante per tutto il mondo. Le proiezioni sono previste per tutti e quattro i giovedì di novembre all’Auditorium della Biblioteca stessa, alle ore 21, con ingresso gratuito e fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Succede un Sessantotto è promossa assieme alla associazione culturale CINELOGOS e le serate verranno presentate dal Presidente della stessa Dario D’Incerti assieme ad ospiti d’eccezione.


Per informazioni
Biblioteca Loria
tel. 059 649950/9350



Ecco il programma della rassegna

Giovedì 8 novembre, ore 21
La grande illusione
proiezione del film “Fragole e sangue" (1970) di S. Hagmann
- film vietato ai minori di 18 anni -
con la partecipazione di Alfonso Maurizio Iacono, filosofo

giovedì 15 novembre, ore 21
La società dello spettacolo
proiezione del film “Privilege” (1967) di P. Watkins
con la partecipazione di Stefano Marchesoni, filosofo

giovedì 22 novembre, ore 21
Il risveglio delle donne
proiezione del film “Arrivederci Saigon" (2018) di W. Labate
(Documentario presentato nella sezione Sconfini della 75ma Mostra di Venezia)
con la partecipazione di Wilma Labate, regista
e di Eliana Di Caro, giornalista e scrittrice

giovedì 29 novembre, ore 21
L'utopia spezzata
proiezione del film “Assalto al cielo" (2016) di F. Munzi
con la partecipazione di Fulvio Carmagnola, filosofo


ALFONSO MAURIZIO IACONO
Professore di Storia della filosofia presso l'Università di Pisa e membro del
Comitato Scientifico della Fondazione San Carlo di Modena. Nelle sue ricerche
ha indagato la formazione dei sistemi di pensiero e di rappresentazione sociale
cruciali nello sviluppo dell'ideologia e dell'identità politica moderna.

STEFANO MARCHESONI
Laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Milano e in Scienze
dell'Educazione presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, ha conseguito
nel 2013 il dottorato di ricerca in filosofia a Berlino con una tesi sul pensiero di
Walter Benjamin.

ELIANA DI CARO
Nata a Matera, laureata in Lettere moderne all’Università Cattolica di Milano,
dal 2000 è giornalista del Sole 24 Ore e dal 2012 è al supplemento Domenica.
Si occupa di Storia, Politica ed Economia e segue in particolare temi legati alle
donne. È coautrice del volume Donne nel Sessantotto (Il Mulino, 2018).

FULVIO CARMAGNOLA
Professore di estetica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Tra le sue
ultime pubblicazioni Il consumo delle immagini. Estetica e beni simbolici nella
fiction economy (Milano 2006), Abbagliati e confusi. Una discussione sull’etica
delle immagini (Milano 2010), Il mito profanato (Milano 2017)