Le domande si possono presentare  al Settore Ambiente

Sulla Rete Civica Carpidiem sono pubblicate tutte le informazioni e la modulistica relativi al terzo bando che il Comune di Carpi ha promosso per concedere contributi diretti ad incentivare la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti cemento-amianto presenti in edifici ad uso abitativo. Ricordiamo che i cittadini o gli amministratori di condominio interessati possono presentate le domande di contributo entro il 2 maggio prossimo.
Per il 2017 il meccanismo prevede un rimborso fino ad un massimo di 3.500 euro per superfici fino a 300 metri quadrati,  incrementabile di 4 euro per ogni metro quadro eccedente i 300; in entrambi i casi, tuttavia, il rimborso non potrà superare l’80% della spesa sostenuta e coprirà solo le spese per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto. I contributi saranno assegnati ai richiedenti fino ad esaurimento della somma totale stanziata dal Comune per questo tipo di incentivo (92.000 euro) e non potranno essere cumulabili con altri contributi pubblici e/o agevolazioni fiscali per interventi edilizi sull’immobile, fatte salve, se applicabili, le detrazioni IRPEF.
Oltre a questa linea di incentivi il Comune ha confermato anche il rimborso, fino ad un massimo di 125 euro, delle spese sostenute per l’acquisto dei dispositivi di sicurezza (il cosiddetto ‘Kit amianto’) utilizzati dai privati cittadini che effettuano autonomamente e direttamente la rimozione di quantità modeste di manufatti contenenti cemento-amianto (fino a 360 chili, pari a circa 24 metri quadrati di lastre), conferendo gratuitamente ad Aimag i materiali risultanti.

Per informazioni
La modulistica può essere ritirata presso il Settore Ambiente, in via Peruzzi 2, telefoni 059 649061-9140-9138, e-mail