via Remesina Esterna, 32 - loc. Fossoli di Carpi
Aperture straordinarie per Festival Filosofia: sabato 14 settembre e domenica 15 settembre ore 10.00/19.00. Ingresso gratuito.
Aperture straordinarie per Giornate Europee del Patrimonio: sabato 21 e domenica 22 settembre ore 10.00/19.00. Vedi il programma
Aperto al pubblico ad ingresso gratuito  tutte le domeniche e i festivi:
Da novembre a febbraio: 10.00/12.30 e 14.30/17.30 Da marzo a ottobre: 10.00/12.30 e 15.00/19.00.
 
http://www.fondazionefossoli.org

La Fondazione Campo Fossoli gestisce, in convenzione con il Comune di Carpi, la conservazione e valorizzazione del Museo Monumento al Deportato politico e razziale, del Campo di Fossoli e dell' ex Sinagoga.

LA STORIA 
L'ex Campo di concentramento si trova in località Fossoli, ad alcuni chilometri da Carpi. Istituito nell'estate 1942 dal Regio Esercito italiano come campo per prigionieri di guerra catturati nelle operazioni di guerra in Africa settentrionale, con l'evolversi delle vicende belliche e i mutamenti del contesto italiano, il campo assume le funzioni di luogo di internamento. Nel dicembre 1943 infatti diventa, sotto l'autorità della Repubblica sociale italiana, il Campo concentramento ebrei, per divenire poi - nei primi mesi del 1944 e fino all'agosto dello stesso anno - Campo di polizia e transito per deportati ebrei e politici: utilizzato dalle SS e inserito nel sistema concentrazionario nazista, il campo di Fossoli diventa così il principale luogo deputato alla deportazione dall'Italia verso i lager del Reich. Dopo un breve impiego come Campo internati civili e Centro raccolta di manodopera per la Germania, il sito è nuovamente riutilizzato nel dopoguerra, per essere adibito a usi civili e riadattato a scopi abitativi: l'ex campo ospita infatti la prima sede della Comunità di Nomadelfia, fondata dal sacerdote carpigiano Don Zeno Saltini e, in seguito, i profughi giuliani e dalmati che danno vita al Villaggio San Marco, attivo fino alla fine degli anni Sessanta.

L'EX CAMPO
Sull'area dell'ex Campo sono tuttora presenti le baracche dei prigionieri.
Una di queste è stata recuperata ed è utilizzata per scopi culturali e didattici. 
Su richiesta dei visitatori i volontari addetti all'apertura del campo possono fornire nozioni sulla storia generale del campo.

VISITE GUIDATE
E' possibile richiedere visite guidate al Campo di Fossoli anche in lingua inglese e francese.
Per info e prenotazioni: www.fondazionefossoli.org oppure 059.688.483 all'attenzione di Isabella Giovanardi

ATTIVITA' DIDATTICA
La Fondazione propone alle scolaresche visite guidate al Campo di Fossoli progetta percorsi didattici articolati e mette diposizione materiale informativo.
Per info: www.fondazionefossoli.org oppure 059.688.272 all'attenzione di Marika Losi

Il Campo di Fossoli costituisce, assieme al Museo Monumento al Deportato, un percorso conoscitivo di tipo storico e artistico sulle tematiche della guerra, delle deportazioni, in generale sulla violazione dei diritti.
L'apertura e la cura del campo sono garantite anche attraverso l'aiuto di volontari. Chi fosse interessato a dare la propria disponibilità può contattare direttamente la Fondazione.

ART BONUS
L’opportunità di dedicare eventuali donazioni al progetto di conservazione del Campo di Fossoli, Una pietra per Fossoli.Per i cittadini o soggetti giuridici che donano, la possibilità di destinare una qualsivoglia somma al progetto, recuperando buona parte delle somme investite nei successivi tre anni come detrazione fiscale. Info dettagliate sul sito